Astronomia

Bepicolombo è pronto per il primo flyby di Mercurio

Ha già percorso tre miliardi di chilometri, quasi un terzo del viaggio che lo porterà a entrare nell’orbita di Mercurio il 5 dicembre del 2025. In attesa dell’evento, mancano invece appena pochi giorni ad un altro traguardo fondamentale nel lungo viaggio di Bepicolombo: il 2 ottobre la sonda compirà infatti il suo primo flyby attorno a Mercurio, manovra con cui inizierà la lenta decelerazione necessaria per entrare nell’orbita del pianeta e …

L’asteroide da record: è il più veloce mai scoperto

Subito dopo il tramonto o poco prima dell’alba: il cielo crepuscolare è l’unica occasione per scovare asteroidi che seguono un’orbita interna a quella terrestre. La ragione è che questi corpi, così come i pianeti interni Venere e Mercurio, non si allontanano mai molto dal Sole, risultando sempre nascosti dal suo bagliore. Lo sapevano gli astronomi …

Venere, in diretta il doppio flyby di Solar Orbiter

Il 9 e il 10 agosto 2021 la macchina spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) prenderà parte a due flyby, ovvero due passaggi ravvicinati, del pianeta Venere. I protagonisti di questo saluto a Venere sono le due sonde Solar Orbiter (SOLO), dell’Esa e della Nasa, e BepiColombo, dell’Esa e della giapponese Jaxa. Si tratta del secondo …

Spazio: la Solar Orbiter si avvicina a Venere e registra un video spettacolare

La sonda della NASA e dell’Agenzia spaziale europea ha effettuato l’approccio per sfruttare l’impulso di gravità del pianeta e regolare la sua traiettoria verso il Sole. La sonda spaziale Solar Orbiter della NASA e dell’Agenzia spaziale europea (ESA) è passata lunedì a 7.995 chilometri dalla superficie di Venere. Lo scopo della manovra era sfruttare la …

Astronomia: le nuove e spettacolari immagini di galassie vicine alla Via Lattea

Le incredibili immagini sono state diffuse dal team di astronomi dell’Osservatorio Europeo Australe. Ottenute grazie al Very Large Telescope dell’ Osservatorio europeo australe (ESO), le immagini mostrano le diverse galassie in colori ben distinti permettendo in questo modo, di identificare l’esatta posizione delle stelle più giovani e del gas che esse riscaldano. I nuovi studi …

Spazio: come sarebbero le condizioni di vita su una ‘Super-Terra?

Le condizioni, sul nostro pianeta, sarebbero radicalmente diverse e la sopravvivenza della vita molto più difficile. Con il termine ”super-Terra” si indica un corpo celeste roccioso caratterizzato da una massa compresa tra le 1,9 e le 10 volte quella del nostro pianeta. Si tratta di oggetti ”intermedi” tra i giganti gassosi e i più piccoli …

Turchia: meteorite precipita nel suo campo. Contadino lo vende per 180mila euro

Il frammento spaziale era precipitato nel suo campo di ceci due anni fa. Un contadino turco ha concluso un accordo per la vendita di un meteorite dopo averlo scoperto nel suo campo circa due anni fa. Il prezzo dell’oggetto spaziale è stato 180mila dollari mentre il meteorite pesa di 30 chili. Mutlu Yilmaz ha scoperto …

L’idea tradizionale dei quattro strati principali che compongono la Terra ( crosta , mantello, nucleo esterno ed interno) potrebbe essere superata dopo i nuovi dati ottenuti da un gruppo di scienziati australiani. Il team di esperti ha effettuato delle misurazioni più precise del passaggio delle onde sismiche attraverso gli strati interni del pianeta e le …

Samantha Cristoforetti torna nello Spazio nella primavera 2022

Samantha Cristoforetti è pronta a tornare in quello che ha sempre chiamato “l’avamposto dell’umanità nello spazio”. Dopo Futura, la missione che l’aveva portata a passare duecento giorni sulla Stazione spaziale internazionale tra il 2014 e il 2015 – prima italiana a sbarcare nello Spazio – l’astronauta dell’Esa si appresta a intraprendere i passi necessari per …

Un bolide illumina il cielo del Regno Unito. Il video

Il meteoroide è risultato visibile per circa sette secondi poco prima delle 22:00 ora locale. Un bolide luminoso ha attraversato i cieli del Regno Unito domenica producendo un forte bagliore che ha attirato l’attenzione dei residenti locali. Il meteoroide, visibile per sette secondi poco prima delle 22:00, è stato catturato da varie telecamere di sicurezza …

Pronti per la Grande congiunzione? Come vedere e fotografare l’incontro Giove-Saturno del 21 dicembre

Il solstizio d’inverno cade quest’anno in coincidenza con uno dei più attesi fenomeni astronomici dell’anno: la Grande congiunzione di Giove e Saturno, che al crepuscolo del 21 dicembre farà apparire i due più grandi pianeti del Sistema Solare vicinissimi nel cielo, tanto quanto non si vedeva da secoli. L’allineamento dei due pianeti, già raro, quest’anno …

Pronti per la Grande congiunzione? Come vedere e fotografare l’incontro Giove-Saturno del 21 dicembre

Il solstizio d’inverno cade quest’anno in coincidenza con uno dei più attesi fenomeni astronomici dell’anno: la Grande congiunzione di Giove e Saturno, che al crepuscolo del 21 dicembre farà apparire i due più grandi pianeti del Sistema Solare vicinissimi nel cielo, tanto quanto non si vedeva da secoli. L’allineamento dei due pianeti, già raro, quest’anno …

Space X, successo a metà: lancio riuscito ma la Starship si schianta all’atterraggio

l lancio dell’ultimo prototipo della Starship di SpaceX, il veicolo che trasporterà persone e merci per i futuri viaggi su Luna e Marte, è stato un successo. Peccato che l’atterraggio sia finito con il botto: infatti, il prototipo, senza equipaggio, si è schiantato subito dopo un brevissimo volo ad alta quota, di poco più di …

Una meteora esplode nel cielo del Brasile: il video

Secondo gli esperti, al momento dell’impatto con l’atmosfera, il bolide aveva un diametro pari ad un metro. Le telecamere dell’Osservatorio spaziale Heller & Jung, nel comune brasiliano di Taquara, sono riuscite a catturare il momento preciso dell’esplosione di un meteorite. Secondo i calcoli, il corpo celeste è esploso lunedì mattina al confine tra lo stato …

OSIRIS-REx, stanotte la diretta del tocco con l’asteroide Bennu

Ci siamo. Stanotte toccheremo un asteroide. Lo farà, per la precisione, la missione OSIRIS-REx della Nasa, giusto il tempo di acciuffare un po’ di rocce dell’asteroide per riportarle – si spera – sulla Terra. L’appuntamento è poco dopo mezzanotte con il touch-and-go, e l’agenzia spaziale americana trasmetterà il diretta l’evento. Che tale sa, un evento, …

Marte “sfiora” la Terra. Ecco come osservarlo

Sarà vicino, anzi vicinissimo, a noi. Questa settimana, infatti, il nostro vicino cosmico Marte si troverà in opposizione e raggiungerà proprio oggi, 6 ottobre, una distanza davvero ravvicinata al nostro pianeta: 62 milioni di chilometri. Un evento davvero imperdibile, dal momento che non ricapiterà per i prossimi 15 anni. E lo spettacolo è assicurato: il …

Spazio: individuate rocce di Vesta sull’asteroide Bennu. La scoperta di OSIRIS-REX

Un cumulo di roccia proveniente da Vesta su Bennu. La scoperta che intriga gli scienziati della NASA. Una scoperta davvero inaspettata quella realizzata dalla sonda spaziale OSIRIS-REX su Bennu. L’asteroide, visitato dalla sonda dal 2017, ha rivelato due frammenti di un altro asteroide: Vesta. Ma come può un frammento di Vesta raggiungere Bennu? Le rocce …

Vita extraterrestre: scoperto gas fosfina nell’atmosfera di Venere, ma che vuol dire?

Non solo Marte è al centro della nostra attenzione per la ricerca di tracce di vita presente o passata. Oggi i riflettori sono puntati su Venere: un gruppo di ricerca dell’università di Cardiff ha rintracciato la presenza di un gas, chiamato fosfina, nell’atmosfera del pianeta Venere. Questo gas è solitamente prodotto da sorgenti biologiche e si accompagna a processi fotochimici e geochimici: per …

Ecco come apparirebbe la materia oscura se potessimo vederla

Come sarebbe, se si mostrasse alla nostra vista, la materia oscura, per definizione – e già dal suo nome – invisibile all’occhio umano? A chiederselo oggi è un gruppo dell‘Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics negli Stati Uniti. Attraverso simulazioni al computer, il team ha mostrato come apparirebbero gli “aloni” di materia oscura, ammassi di varie dimensioni …

Estrarre energia dai buchi neri? E’ possibile: basta “ascoltarli”

Da qualche parte nell’Universo potrebbe davvero esserci una civiltà aliena avanzatissima che usa i buchi neri come centrali energetiche, come cinquant’anni fa propose – tra il serio e il faceto – il fisico britannico Roger Penrose esponendo la sua teoria che fosse possibile estrarre energia dalla rotazione dei buchi neri. Ecco, quest’idea, ai tempi una …

C’è uno schema nei Fast Radio Burst che si ripetono nel tempo

Li stiamo registrando dal 2001 (anche se la scoperta ufficiale è datata 2007), sappiamo che sono impulsi ultra energetici di onde radio di brevissima durata che provengono dallo Spazio profondo e li stiamo anche sfruttando per saperne di più sull’Universo. Eppure non abbiamo ancora le idee chiare su cosa generi i Fast Radio Burst (Frb). …

Space X, lancio riuscito, segui in diretta l’arrivo della Crew Dragon sulla Stazione spaziale

Dopo il rinvio, per possibile maltempo, ieri la Crew Dragon ce l’ha fatta. La navicella di Space X è partita alle 3:22 (ora italiana 21.22) da Cape Canaveral, aprendo una nuova era dell’esplorazione spaziale, quella in cui per la prima volta un privato, la compagnia di Elon Musk, trasporta astronauti americani nello Spazio. Americani in …

Spazio: confermata l’esistenza di Proxima b, il ‘gemello’ della Terra

Il corpo celeste a ”soli” 4 anni luce dalla Terra. Proxima b, il pianeta gemello della Terra, esiste realmente ed è a soli 4 anni luce dalla nostra posizione. Orbitante nella zona abitabile della sistema planetario, l’oggetto presenta la condizioni ideali per ospitare l’acqua allo stato liquido e probabilmente forme di vita extraterrestri. A confermare …

SpaceX debutta come taxi spaziale: pronto il lancio della Crew Dragon

Manca pochissimo: SpaceX sta per lanciare due astronauti della Nasa, Robert Behnken e Douglas Hurley, nello spazio, diretti verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sulla capsula Crew Dragon, il taxi spaziale per il trasporto di persone. L’ambiziosa operazione del fondatore di SpaceX, Elon Musk, rientra nella missione della Nasa Demonstration Mission 2 (Demo-2), che dopo …

Esa: scattata la prima immagine dell’origine di un pianeta

Assolutamente straordinaria la prima immagine, realizzata in Cile con lo strumento Sphere dell’Eso, di un pianeta che nasce. L’istantanea mostra infatti una zona dell’universo nella quale la materia si addensa prendendo la forma di una vera e propria spirale. Una fase primordiale che dà forma ad un nuovo mondo, il tutto all’interno della nuvola di …

Scoperto il mistero dei canali su Marte, non sono stati formati da antiche colate laviche

Un altro mistero di Marte rivelato. Riguarda i particolari canali che si possono osservare sulla superificie del pianeta rosso e considerati, almeno fino ad oggi, la conseguenza di antichi flussi di lava ma che, secondo le recenti scoperte, sarebbero stati generati da enormi fiumi di fango. La scoperta arriva dall’Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca …

Spazio: risolto il mistero dell’oscuramento della Luna di mille anni fa

Una colossale eruzione vulcanica all’origine del fenomeno. L’improvvisa scomparsa della Luna, di oltre mille anni fa, potrebbe avere, oggi, una spiegazione. Era il maggio del 1100 quando le cronache dell’epoca descrissero, in varie parti del mondo, l’oscuramento del nostro satellite nel cuore della notte. Secondo una prima ricerca svizzera dell’Università di Ginevra fu una violenta …

Plutone: scoperta l’origine della foschia blu che avvolge il pianeta nano

La foschia di colore blu intorno alla superficie di Plutone non ha più segreti per gli esperti dello Stratospheric Observatory for Infrared Astronomy (SOFIA). La debole atmosfera si compone da particelle molto piccole che permangono in sospensione per periodi di tempo più prolungati degli esperti. “Plutone – spiega Michael Person, primo autore dello studio e …

KELT-9b, il pianeta con un’atmosfera di ferro

Il pianeta più caldo mai scoperto: KELT-9b Un team internazionale di ricercatori, guidato da astronomi dell’Università di Amsterdam, ha dimostrato per la prima volta, la presenza di ferro nell’atmosfera di un esopianeta, KELT-9b. L’oggetto orbita attorno alla sua stella KELT-9 in 36 ore ad una distanza di circa 620 anni luce dalla Terra, nella costellazione …

Spazio: una rara ”Super Terra” scoperta dagli scienziati neozelandesi

L’oggetto orbita intorno ad una stella di dimensioni notevolmente inferiori al Sole. Un gruppo di astronomi dell’Università di Canterbury, in Nuova Zelanda, ha scoperto un pianeta roccioso simile alla Terra, orbitante intorno ad una stella di dimensioni pari ad un decimo di quella del Sole a circa 24.722 anni luce di distanza. Gli autori dello …

Mercurio: una colossale tempesta solare ne ha spazzato via lo strato esterno

Oggi il pianeta conserva solo la parte più interna delle origini. Uno studio condotto da astronomi americani e pubblicato lo scorso 23 marzo sul Planetary Sciencie Journal, suggerisce come in un lontano passato Mercurio fosse avvolto da una spessa coltre di silicato, uno strato spazzato via da un impatto gigantesco durante la formazione del Sistema …

SWAN C/2020 F8: in arrivo la cometa del cigno nero

La cometa sarà visibile anche nel nostro paese. Scoperta grazie alla telecamera SWAN il 25 marzo 2020, grazie alla navicella spaziale Solar Heliospheric Observer (SOHO), la cometa SWAN C/2020 F8 risulta già visibile nei cieli non occultati dall’inquinamento luminoso. L’oggetto è una celebrità grazie alle foto pubblicate dalla Nasa, nella pagina ”foto del giorno” mentre …

Apophis: l’asteroide che sfiorerà la Terra. La NASA: “Una grande opportunità”

Il corpo celeste sfiorerà il nostro pianeta a soli 31mila chilometri. L’amministratore della NASA Jim Bridenstine ha pubblicato un tweet ricordando come l’asteroide 99942 Apophis, largo circa 340 metri, “si avvicinerà così tanto alla Terra che passerà sotto alcuni satelliti“. “La NASA e le forze spaziali statunitensi – aggiunge l’esperto – lavoreranno insieme per migliorare …

Spazio: ecco come la Luna deforma la Terra

Il ruolo attivo del nostro satellite nella tettonica terrestre. L’attrazione gravitazionale esercitata dalla Luna sul nostro pianeta è in grado di produrre delle vere e proprie deformazioni della crosta terrestre. Si tratta di un fenomeno conosciuto con il nome di ”maree solide” con il movimento dei continenti e della tettonica delle placche. A dimostrarlo è …