Medicina

Vaccino in gravidanza, la madre trasferisce l’immunità al neonato?

Vaccini contro Sars-cov-2 e gravidanza: dopo le iniziali precauzioni, il numero crescente di prove derivanti dalle vaccinazioni indica che questi sono sicuri e in grado di proteggere anche le donne incinte. Non solo protezione per le future mamme: un team di ricercatori dell’università di New York, ha trovato, in un piccolo numero di neonati, un’elevata quantità di anticorpi anti-coronavirus derivanti dalle madri che si erano sottoposte …

Contro il dolore cronico in arrivo una neuromodulazione meno invasiva

Il dolore cronico, dal mal di schiena ai dolori articolari, rappresenta una delle principali cause di disabilità a livello globale. Le terapie prevedono l’uso di farmaci oppioidi, che hanno vari effetti collaterali e che negli Stati Uniti sono spesso alla base di abusi – si parla della crisi degli oppioidi. Per questo, un gruppo internazionale, …

Rinvio, esenzione e controindicazioni del vaccino anti-Covid-19: un po’ di chiarezza dagli esperti

Green pass o meno, vaccinarsi è quanto di più sensato si possa fare per arginare il progredire dell’infezione da Sars-CoV-2. E prima lo si fa meglio è. Tuttavia, in alcuni casi particolari è meglio aspettare, ma a dirlo ovviamente deve essere un medico. Le condizioni per cui è possibile il rinvio, con il rilascio del …

Covid-19: altri coronavirus precedenti dietro le forme lievi?

Chi ha contratto Covid-19 ma in forma lieve, forse aveva già avuto “incontri ravvicinati” con altri coronavirus. L’ipotesi è di un team di ricercatori della Stanford University School of Medicine, che in media ha trovato nel sangue di pazienti affetti da Covid-19 con sintomi lievi più “tracce” di precedenti infezioni da parte di comuni coronavirus …

Coronavirus, mini guida sulle varianti

Il primo giugno scorso, l’Organizzazione mondiale della sanità ha deliberato di cambiare il nome alle varianti di Sars-Cov-2, almeno quello comune (quello scientifico, per esempio B.1.1.7, sarà invece mantenuto), utilizzando le lettere dell’alfabeto greco anziché una regione geografica per evitare scorrettezze e discriminazioni. Al momento, le varianti cui è stata attribuita la nuova nomenclatura sono …

Si possono combinare vaccini diversi? Cosa dicono i dati

Il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca è di nuovo al centro del dibattito. Dopo il drammatico caso di cronaca della 18enne ligure deceduta per trombosi cerebrale nei giorni successivi la vaccinazione con questo farmaco (sebbene ora si parli di una malattia autoimmune pre-esistente), il Comitato tecnico scientifico sta andando verso una nuova stretta. Il punto ora …

Approvato negli Usa aducanumab, un anticorpo monoclonale contro l’Alzheimer

Nato e cresciuto con le migliori speranze, abbandonato con rammarico, resuscitato e infine approvato. In estrema sintesi è questa la storia di aducanumab (Aduhelm), il farmaco appena approvato dalla Food And Drug Administration (Fda) per il trattamento dell’Alzheimer. Il primo dal 2003, il primo a prendere di mira i processi alla base della malattia. E …

Una gardenia per la Giornata mondiale della sclerosi multipla

130 mila persone ogni giorno in Italia convivono con la sclerosi multipla, soprattutto giovani. E’ a loro che è rivolta l’iniziativa Gardensia a promossa dall’Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) a sostegno della ricerca, a via da oggi e fino a domenica 30 maggio, per la Giornata mondiale della sclerosi multipla. Acquistando una pianta di gardenia, …

Vaccino Pfizer-BioNTech: negli Usa anche per gli adolescenti

È stato salutato come un passo per arrivare “più vicino a un senso di normalità e alla fine della pandemia”. Con queste parole Janet Woodcock, commissaria facente funzione della Food & Drug Administration (Fda) ha commentato la decisione dell’agenzia di espandere l’uso in emergenza del vaccino a mRna di Pfizer-BioNTech sin dai 12 anni. I …

Come il coronavirus può colpire il cervello

Il coronavirus non infetta il cervello in maniera diretta, cioè non penetra all’interno dell’organo, ma può causare lesioni cerebrali e sintomi neurologici in maniera indiretta. Oggi uno studio della Columbia University Irving Medical Center conferma alcune prove precedenti, di cui abbiamo discusso, sugli effetti del Covid-19 sul cervello, che potrebbero in qualche modo riguardare anche chi soffre di long Covid associato a sintomi come …

Covid e pelle: le eruzioni cutanee cui prestare più attenzione

Tra la moltitudine di sintomi del coronavirus, tra cui febbre, tosse secca, perdita dell’olfatto e del gusto, mal di testa, dolori muscolari e articolari, ci sono anche le eruzioni cutanee. Segnalate in ritardo rispetto agli altri sintomi, probabilmente perché considerate più rare rispetto alla vastissima sintomatologia della Covid-19, le erezioni cutanee possono insorgere per prime …