Vaccino anticovid: quando anche per i bambini?

Con la campagna vaccinale in atto ci si chiede quando anche per i bambini sarà possibile ricevere il vaccino anticovid: al momento le ricerche in corso a livello globale fanno pensare che questo momento potrebbe arrivare molto presto.

Buon risultati dei test eseguiti

Test portati avanti con il vaccino mRna di Moderna e un altro siero a base di proteine hanno dimostrato la loro efficacia, scatenando un’alta risposta immunitaria senza eventi avversi in piccoli macachi.  Lo studio legato a tale sperimentazione è stato pubblicato su Science Immunology e riguarda la possibilità di vaccinare i bambini sotto un anno di età.

Al momento in Italia è possibile vaccinare anche i ragazzi che hanno dai 12 ai 15 anni, ma per ciò che concerne l’immunizzazione dei più piccoli, spesso veicolo del virus nelle famiglie, ancora non sono stati ottenuti i via libera per poter utilizzare i sieri già a disposizione. La ricerca medica ci dice però che questa attesa potrebbe non essere poi tanto lunga quanto si pensa: i ricercatori dell’università della Carolina del Nord, del Weill Cornell Medicine e del New York Presbyterian hanno infatti condotto una sperimentazione relativa all’uso di Moderna e a quello di un nuovo vaccino a base di proteine, come già anticipato, all’interno di una ricerca preclinica su  sedici baby macachi registrando delle risposte anticorporali importanti e nessun evento avverso.

Potrebbe essere vicina sperimentazione umana

È vero, ancora non si tratta di una sperimentazione su modello umano, ma il patrimonio genetico in comune tra i primati e l’uomo fa ben sperare per ciò che concerne il passaggio alla sperimentazione umana. Come ha spiegato Sallie Permar:

Vaccini sicuri ed efficaci per i bambini piccoli contribuiranno a limitare la diffusione di Covid perché sappiamo che i bambini possono trasmettere il virus ad altri, sia se si ammalano o se rimangono asintomatici. Anche se nei bambini si sono registrati tassi di malattia grave relativamente bassi, ne sono morti di più per Covid rispetto a quelli per l’influenza stagionale o per varicella, e molti altri hanno avuto un impatto negativo dalle misure messe in atto per frenare la diffusione. Pertanto, i bambini piccoli meritano protezione dal Covid.

Quel che si punta ad ottenere, con questa tipologia di ricerche, è il poter ampliare l’immunizzazione nelle fasce più giovani, ottenendo l’autorizzazione dei vaccini nei bambini non appena possibile ed in sicurezza. La sperimentazione che ha avuto luogo sui macachi ha dimostrato come sia possibile ottenere l’immunizzazione nei più piccoli senza che vengono generate delle risposte di tipo 2 Helper T, che potrebbero risultare dannose per la salute dei più piccoli.