Uovo di gallina intatto di epoca romana scoperto in Inghilterra

Una scansione tridimensionale di un uovo di 1.700 anni scoperto in un sito romano in Inghilterra rivela che, le uova contengono ancora i resti di un tuorlo e di un albume.

Si pensa che sia stata l’unica volta in cui è stato ritrovato un uovo di gallina secolare con l’interno conservato. “Siamo rimasti assolutamente sbalorditi quando abbiamo visto i contenuti lì dentro, perché ci saremmo aspettati che fossero dispersi”, ha detto Edward Biddulph , un senior project manager presso la società privata Oxford Archaeology . L’uovo era uno dei quattro rinvenuti diversi anni fa durante uno scavo archeologico di un sito di epoca romana nella città centrale inglese di Aylesbury, a circa 20 miglia (30 chilometri) a est di Oxford. Tre delle fragili uova si sono fratturate quando sono state dissotterrate, rilasciando un “potente fetore”, ma la quarta è rimasta intatta. Ora, l’uovo è stato scansionato presso l’Università del Kent con la tomografia computerizzata microscopica (micro-CT), in cui molte scansioni a raggi X vengono compilate digitalmente per creare un modello 3D virtuale. “Ha prodotto un’immagine sorprendente che indicava che l’uovo, oltre ad essere intatto – il che è abbastanza incredibile – conservava anche il suo liquido all’interno, presumibilmente derivante dal tuorlo, dall’albume, ecc.”, così come una bolla d’aria, ha detto Biddulph. Le uova sono state trovate in una fossa piena d’acqua nel sito di Aylesbury, che era stato scavato dall’Oxford Archaeology prima di un complesso residenziale. Gli archeologi hanno trovato prove di insediamenti risalenti al Neolitico e la fossa risale al III secolo d.C., quando l’Inghilterra faceva parte dell’Impero Romano . Secondo una dichiarazione di Oxford Archaeology, la fossa fu inizialmente utilizzata per la maltazione del grano e la produzione della birra, ma in seguito fu riempita d’acqua e divenne un luogo dove i passanti potevano gettare monete e altri oggetti come offerte agli dei per buona fortuna.

Uovo di gallina intatto di epoca romana scoperto in Inghilterra

Gli oggetti organici di solito marciscono se esposti all’ossigeno, ma qui molti sono stati preservati dal terreno impregnato d’acqua. Oltre alle uova, che sembrano essere state un’offerta di qualche tipo, la fossa conteneva un cesto di legno, scarpe di cuoio, vasi e strumenti di legno. Sebbene gusci d’uovo di epoca romana siano stati trovati in precedenza – spesso in tombe, dove si pensava che le uova fossero offerte adatte – questa sembra essere la prima volta che un uovo completo di epoca romana è stato trovato in Gran Bretagna. Secondo The History Blog, l’unico altro uovo di epoca romana sopravvissuto intatto è stato trovato nella mano di un bambino morto sepolto vicino al Vaticano . Ma non conteneva liquidi; gli archeologi pensano che rappresentasse la rinascita dopo la morte prematura del bambino. La dichiarazione di Oxford Archaeology rilevava che i romani spesso attribuivano significati simbolici alle uova; erano associati agli dei Mitra e Mercurio e avevano connotazioni di fertilità e rinascita. L’uovo intatto di Aylesbury è stato portato al Museo di Storia Naturale di Londra, dove sono stati consultati esperti su come conservarlo senza romperlo. Il curatore senior di uccelli Douglas Russell ha dichiarato a BBC News che il museo aveva una collezione di uova di uccelli mummificate scavate nelle catacombe di animali sacri in Egitto che potrebbero essere più antiche. “Tuttavia, questo è il più antico uovo di aviaria conservato involontariamente che abbia mai visto”, ha detto. “Questo lo rende affascinante.” L’uovo è ora tornato in un museo di Aylesbury, dove gli archeologi stanno cercando di capire come estrarre il contenuto senza rompere il guscio

L’articolo Uovo di gallina intatto di epoca romana scoperto in Inghilterra sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top