Uno dei pesci più rari della Terra vede un ritorno straordinario dalla quasi estinzione

Una specie di pesce in grave pericolo di estinzione che vive in un luogo molto bizzarro sta tornando dall’orlo dell’estinzione.

Il National Park Service (NPS) ha annunciato che il pupfish di Devil’s Hole ha raggiunto un livello di popolazione primaverile di 25 anni, con 191 individui contati nella loro caverna appartata. La popolazione primaverile di questi pesci rari, considerati una delle specie animali più a rischio di estinzione al mondo, ha toccato il minimo storico nel 2013, attestandosi a soli 35 esemplari, dopo essere diminuito da 200 a 250 prima della metà degli anni ’90. La popolazione di quest’anno è il numero primaverile più alto che gli ambientalisti hanno riscontrato dal 1999. “È stato davvero incoraggiante vedere un numero così elevato di giovani pesci durante queste immersioni primaverili. Le condizioni all’interno di Devils Hole sembravano sane, quindi speriamo in un elevato reclutamento nei prossimi mesi che porterà a una grande popolazione in autunno,” Brandon Senger, un biologo supervisore della pesca per il Dipartimento della fauna selvatica del Nevada, ha detto in una dichiarazione dell’NPS. Il pupfish di Devils Hole ( Cyprinodon diabolis ) si trova esclusivamente a Devils Hole, una caverna piena d’acqua nel deserto del Mojave, situata all’interno dell’Ash Meadows National Wildlife Refuge in Nevada.

Uno dei pesci più rari della Terra vede un ritorno straordinario dalla quasi estinzione

Questi pesci vivono nell’habitat più piccolo di qualsiasi animale vertebrato conosciuto al mondo, trascorrendo il loro tempo nella grotta profonda. Questi pupfish sono piccoli, in genere non più grandi di 2cm di lunghezza, e si nutrono di alghe, detriti e microrganismi. La loro popolazione oscilla durante tutto l’anno, variando da 100 a 200 in primavera fino a 300-500 a fine estate, e si ritiene che questo ciclo sia legato alla quantità di alghe disponibili nella grotta. Secondo l’NPS, questo conteggio è stato effettuato tra il 6 e il 7 aprile da subacquei che hanno esaminato la grotta. Hanno notato che il pesce appariva in “condizioni notevoli”. “È emozionante vedere una tendenza in aumento, soprattutto in questa popolazione altamente variabile. Numeri in aumento consentono agli enti gestori di prendere in considerazione ricerche che forse non sarebbero state possibili in passato, quando anche lievi perturbazioni dell’habitat o dei pesci dovevano essere completamente evitate. Noi Siamo entusiasti delle direzioni future per quanto riguarda la gestione rispettosa di questa specie”, ha affermato nella dichiarazione Michael Schwemm, biologo ittico senior del Fish and Wildlife Service degli Stati Uniti.

L’articolo Uno dei pesci più rari della Terra vede un ritorno straordinario dalla quasi estinzione sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top