Un gigantesco calamaro è stato avvistato al largo delle coste giapponesi

I sommozzatori hanno segnalato che l’essere acquatico di 2,5 metri appariva debilitato e si muoveva lentamente.

Sebbene siano frequentemente avvistati vicino alle coste del Giappone, le interazioni con calamari giganti vivi sono infrequenti. Due sub giapponesi hanno recentemente filmato un raro incontro con un calamaro gigante di 2,5 metri che nuotava vicino alla costa occidentale dell’arcipelago giapponese. Yosuke Tanaka e sua moglie Miki, istruttori di immersioni a Toyooka, nella prefettura di Hyogo (ovest), sono stati informati da un venditore di attrezzature da pesca di aver avvistato il calamaro gigante vicino alla superficie in una baia.

La coppia, che ha descritto l’incontro in un blog di un servizio di immersioni, si è messa alla ricerca del mollusco vicino a una costa rocciosa, dove c’erano molte alghe: “Era lì, un enorme calamaro“, ha spiegato Tanaka. “Non aveva i movimenti rapidi di molti pesci e animali marini. I suoi tentacoli e le sue pinne si muovevano molto lentamente“, ha detto. Il calamaro appariva debilitato e parte della sua pelle sembrava staccarsi dal corpo, ha osservato il sub. Dopo 30 minuti, l’animale marino è scomparso nelle profondità dell’oceano. È noto che i calamari giganti vivono nelle acque vicino al Giappone e talvolta si spiaggiano, ma è molto raro vederli vivi in mare.

Secondo gli esperti, questo calamaro gigante di 2,5 metri era relativamente “piccolo” per la specie di appartenenza. Jon Ablett, specialista di molluschi e cefalopodi al Natural History Museum di Londra, ha spiegato che un calamaro gigante può raggiungere quasi 12 metri. “Si ritiene che il calamaro colossale, Mesonychoteuthis hamiltoni, possa raggiungere dimensioni maggiori in termini di massa e forse anche di lunghezza rispetto al calamaro gigante, anche se nessuno ha ancora trovato un esemplare così grande“, ha detto Ablett a Newsweek.

L’articolo Un gigantesco calamaro è stato avvistato al largo delle coste giapponesi sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top