Un cervello di maiale mantenuto in vita al di fuori del corpo per cinque ore

Un cervello di maiale mantenuto in vita al di fuori del corpo per cinque ore
I cervelli dei maiali condividono alcune somiglianze con i cervelli umani, dal punto di vista anatomico. (nastya_ph/Shutterstock.com)

Un cervello di maiale è stato mantenuto in vita al di fuori del suo corpo per cinque ore utilizzando una nuova macchina sviluppata da scienziati presso il Centro Medico UT Southwestern.

Il sistema appena sviluppato consente di isolare il cervello dal resto del corpo utilizzando una pompa artificiale super intelligente che si occupa del suo apporto di sangue.

Per imitare la circolazione reale, il dispositivo può regolare sottilmente la composizione del sangue e regolare il suo flusso per una serie di variabili, tra cui pressione sanguigna, volume, temperatura, ossigenazione e nutrienti. Ciò è reso possibile attraverso un algoritmo computerizzato che tiene sotto controllo la pressione sanguigna, il flusso, la pulsazione e altri fattori.

Nello studio, il sistema è stato testato sui cervelli di maiali domestici (Sus scrofa domesticus). Una volta collegato al dispositivo, l’attività cerebrale è stata monitorata utilizzando l’elettrocorticografia continua e le registrazioni degli elettrodi di profondità cerebrale.

Secondo i ricercatori, non ci sono state quasi alcune variazioni nell’attività cerebrale e in altre misurazioni per un massimo di cinque ore in cui il cervello è stato isolato dal resto del corpo dell’animale.

“Questo nuovo metodo consente di condurre ricerche che si concentrano sul cervello indipendentemente dal corpo, consentendoci di rispondere a domande fisiologiche in un modo che non è mai stato fatto prima”, ha dichiarato il dottor Juan Pascual, autore dello studio e professore di neurologia, pediatria e fisiologia presso l’UT Southwestern, in una affermazione.

Potresti chiederti, perché? Beh, gli scienziati dietro il dispositivo sostengono che potrebbe consentire ai ricercatori di capire come certi aspetti del cervello funzionano, indipendentemente dall’influenza del corpo.

Hanno già utilizzato il loro sistema per studiare gli effetti del basso livello di zucchero nel sangue sul cervello. Questo può spesso essere difficile da studiare nei modelli animali tipici perché il corpo può compensare parzialmente il basso livello di zucchero nel sangue alterando il metabolismo, il che altera il cervello. Senza il corpo, non può sorgere alcun problema del genere.

I ricercatori sono anche interessati a utilizzare questo dispositivo come sistema di bypass cardiopolmonare, la “macchina cuore-polmone” che mantiene il flusso sanguigno durante l’intervento chirurgico cardiaco e il trapianto. Il dottor Pascual ha dichiarato che questo dispositivo è stato brevettato per testarne l’efficacia per questo scopo.

Questo team di ricercatori non è il primo a sperimentare l’idea di isolare i cervelli dai corpi. Altri scienziati hanno precedentemente Ho isolato la testa di un cane e una scimmia.

Chissà dove porterà questo campo di studio, ma forse il vecchio cliché di fantascienza di un “cervello in un contenitore” non è così fantasioso come si pensava una volta. 

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports.

L’articolo Un cervello di maiale mantenuto in vita al di fuori del corpo per cinque ore sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top