Suoni inquietanti registrati dall’essere vivente più grande del mondo

Ora possiamo sentire uno degli organismi viventi più grandi e antichi sulla Terra sussurrare con il tremore di un milione di foglie che echeggia attraverso le sue radici.

La foresta composta da un unico albero noto come Pando (“Io diffondo” in latino) ha 47.000 steli (tutti con lo stesso DNA) che germogliano da un apparato radicale condiviso su 40 ettari dello Utah. Qui, questo maschio solitario di pioppo tremulo ( Populus tremuloides ) è cresciuto gradualmente fino a raggiungere un’enorme massa di 6.000 tonnellate, rendendolo il più grande organismo vivente al mondo in termini di massa. Dopo forse 12.000 anni di vita sulla Terra, questa enorme pianta, i cui steli simili ad alberi raggiungono i 24 metri, ha sicuramente molto da dire. E le registrazioni pubblicate quest’anno ce lo permettono di “ascoltare” come mai prima d’ora. “I risultati sono allettanti”, ha detto Lance Oditt, fondatore di Friends of Pando , quando il progetto è stato presentato a maggio. “Anche se è iniziato come arte, vediamo un enorme potenziale per l’uso nella scienza. Il vento, convertito in vibrazione (suono) e viaggiando nel sistema radicale, potrebbe anche rivelare il funzionamento interno del vasto sistema idraulico nascosto di Pando in modo non distruttivo.” L’artista del suono Jeff Rice ha posizionato sperimentalmente un idrofono all’interno di una cavità alla base di un ramo e lo ha fatto passare fino alle radici dell’albero, senza aspettarsi di sentire molto.

Suoni inquietanti registrati dall’essere vivente più grande del mondo

“Gli idrofoni non hanno solo bisogno dell’acqua per funzionare”, ha detto Rice . “Possono captare vibrazioni anche da superfici come le radici, e quando ho indossato le cuffie sono rimasto subito sorpreso. Stava succedendo qualcosa. Si sentiva un suono debole.” Nel mezzo di un temporale, quel suono aumentava: il dispositivo catturava un inquietante rombo basso . ” Quello che senti è il suono di milioni di foglie nella foresta, che vibrano sull’albero e passano attraverso i rami, giù nella terra,” ha spiegato Rice presentando le sue registrazioni al 184° Meeting della Acoustical Society of America, come riportato da The Guardian . L’idrofono ha anche catturato i colpi prodotti da un ramo a 27m di distanza, anche se quel suono non era udibile nell’aria a quella distanza. Ciò supporta la teoria secondo cui il sistema radicale di Pando è interconnesso, ma sarebbe necessaria una corretta configurazione sperimentale per confermare che il suono non viaggiava attraverso il terreno. Tali sistemi di radici condivise sono comuni nei pioppi tremuli coloniali, ma le dimensioni e l’età del Pando lo rendono unico. Sebbene i pioppi tremuli possano riprodursi attraverso i semi, raramente crescono da essi poiché l’impollinazione è rara poiché i grandi pioppi di pioppi tremuli sono solitamente di un solo sesso, essendo cloni dello stesso individuo.

Gli amici di Pando hanno invitato Rice come artista residente per cercare di comprendere meglio questa strana, enorme entità. Oditt spera di utilizzare il suono per mappare il groviglio di radici di Pando. “I suoni sono belli e interessanti, ma da un punto di vista pratico, i suoni naturali possono essere utilizzati per documentare la salute di un ambiente”, ha affermato Rice. “Costituiscono una documentazione della biodiversità locale e forniscono una base di riferimento che può essere misurata rispetto ai cambiamenti ambientali.” Il team ha registrato anche le foglie, la corteccia e l’ ecosistema circostante di Pando . “Friends of Pando prevede di utilizzare i dati raccolti come base per ulteriori studi sul movimento dell’acqua, su come i rami sono collegati tra loro, sulle colonie di insetti e sulla profondità delle radici, di cui sappiamo poco oggi“, ha detto Oditt. Purtroppo, questo magnifico albero si sta deteriorando, lasciando i ricercatori preoccupati che i giorni di Pando e tutta la vita forestale che sostiene siano contati. Le attività umane , tra cui l’eliminazione dei predatori che tengono basso il numero degli erbivori, divorano questo antico essere vivente. Un motivo in più per ascoltare “The Trembling Giant” mentre può ancora condividere i suoi segreti. Le registrazioni sono state presentate al 184° Meeting della Acoustical Society of America .

L’articolo Suoni inquietanti registrati dall’essere vivente più grande del mondo sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top