Sta emergendo un virus misterioso chiamato “Alaskapox”. Ecco cosa sappiamo.

Scienziati e operatori sanitari stanno monitorando da vicino un virus raro noto come Alaskapox dopo che un caso mortale è emerso in una nuova area.

I pochi casi diagnosticati da quando il vaiolo dell’Alaska è stato identificato per la prima volta nel 2015 sono stati generalmente associati a sintomi lievi, tra cui dolori articolari e muscolari, linfonodi ingrossati e uno o più rigonfiamenti o pustole sulla pelle. Il virus di solito scompare dopo alcune settimane, ma può essere più pericoloso per le persone con un sistema immunitario indebolito. Un uomo anziano della penisola di Kenai è diventato il primo individuo conosciuto a morire a causa del vaiolo dell’Alaska. È solo il settimo caso da quando è stato identificato per la prima volta, ma in una posizione a più di 500 chilometri dal primo, segnalato a Fairbanks, in Alaska. Il paziente del caso fatale riferiva una piaga rossa sotto l’ascella destra, seguita da sensazioni di dolore bruciante e senso di stanchezza. Si ritiene che il fatto che fosse sottoposto a cure per il cancro possa aver contribuito a rendere il suo corpo in uno stato vulnerabile e quindi ad aumentato rischio di complicazioni dovute al virus. Dopo essere stato ricoverato in ospedale a novembre, il paziente è morto a fine gennaio, secondo un bollettino epidemiologico dello Stato dell’Alaska . La conclusione dei funzionari sanitari è che il vaiolo dell’Alaska è geograficamente più diffuso di quanto si pensasse in precedenza e che è necessaria una maggiore consapevolezza dei rischi, soprattutto per le persone immunocompromesse.

Sta emergendo un virus misterioso chiamato “Alaskapox”. Ecco cosa sappiamo.

Dalle prove finora raccolte , sembra che il vaiolo dell’Alaska si diffonda attraverso piccoli mammiferi, in particolare arvicole e toporagni. Sebbene gli esseri umani possano contrarre la malattia dagli animali, non vi è alcun segno di trasmissione da uomo a uomo. Il virus appartiene al gruppo degli orthopox , di cui il vaiolo è probabilmente il più noto: si caratterizzano per il modo in cui causano lesioni (il “vaiolo”) sulla pelle, come accade anche con l’Alaskapox. Secondo il bollettino, l’uomo viveva da solo in una zona remota, anche se riferiva di prendersi cura di un gatto randagio che lo graffiava spesso: potrebbe essere così che il virus è stato trasmesso, anche se i test sul gatto per l’ortopoxvirus sono risultati negativi. Le nuove raccomandazioni del Dipartimento della Salute dell’Alaska includono che i medici familiarizzino con le caratteristiche del virus e lo eseguano regolarmente, oltre a consigliare ai soggetti con sospetto vaiolo dell’Alaska di mantenere le lesioni asciutte e coperte ed evitare di toccarle. “È probabile che il virus sia presente in modo più ampio nei piccoli mammiferi dell’Alaska e che si siano verificate più infezioni negli esseri umani ma non siano state identificate”, spiega una FAQ scritta dalla Divisione di sanità pubblica dell’Alaska. “Si stanno effettuando ulteriori test sugli animali per comprendere meglio la distribuzione del virus nelle popolazioni animali in tutta l’Alaska.”

L’articolo Sta emergendo un virus misterioso chiamato “Alaskapox”. Ecco cosa sappiamo. sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top