Spazio: catturata l’immagine della più grande onda d’urto cosmica

Si estende per 6,5 milioni di anni luce nello spazio.

Le immagini delle più grandi onde d’urto cosmiche mai osservate nello spazio sono state ottenute in Sud Africa da un team internazionale di astronomi, guidato dall’Osservatorio di Amburgo. Utilizzando i dati del radiotelescopio MeerKAT, gli astronomi sono riusciti a ottenere immagini ad alta risoluzione dell’onda d’urto dall’ammasso di galassie Abell 3667, formatosi 1 miliardo di anni fa. Grazie a queste immagini siamo in grado di osservare come erano le onde cosmiche circa 800 milioni di anni fa, quando si verificò la collisione: la velocità dell’onda principale era di circa 1.500 chilometri al secondo mentre la sua grandezza è totale è di 6,5 milioni di anni luce, 60 volte la nostra Via Lattea.

Spazio: catturata l’immagine della più grande onda d’urto cosmica

Le collisioni di ammassi di galassie rappresentano eventi astronomici molto interessanti e preziosi per comprendere la formazione dell’universo perché producono gigantesche onde d’urto cosmiche. A causa della gravità, gli ammassi di galassie si attraggono, provocando collisioni e gigantesche onde cosmiche. “Le onde d’urto cosmiche sono piene di sorprese e sono molto più complesse di quanto pensavamo inizialmente“, ha affermato Francesco de Gasperin, autore principale dello studio e ricercatore in visita presso l’Osservatorio di Amburgo. “Agiscono come giganteschi acceleratori di particelle, accelerando gli elettroni quasi alla velocità della luce. Le onde d’urto sono intrecciate da un intricato schema di filamenti luminosi che tracciano la posizione delle gigantesche linee del campo magnetico e delle regioni in cui gli elettroni vengono accelerati” Ha aggiunto. I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista Astronomy & Astrophysics , forniscono una visione unica della struttura delle onde d’urto.

L’articolo Spazio: catturata l’immagine della più grande onda d’urto cosmica sembra essere il primo su Scienze Notizie.