Sontuoso tempio di 2.600 anni fa trovato sull’isola greca di Eubea

Gli archeologi che hanno effettuato gli scavi presso il santuario di Artemis Amarysia ad Amarynthos, sull’isola greca di Eubea, hanno rivelato nuove informazioni sulla configurazione del tempio.

Il team di esperti ha portato alla luce un tempio costruito intorno al 700 a.C. lungo più di 30m. Secondo gli archeologi questa misura “perfetta” si riscontra su altri monumenti dello stesso periodo. Gli archeologi sono rimasti sorpresi quando hanno scoperto che la pianta del tempio era absidata (con un’abside semicircolare a un’estremità), cosa insolita per quel periodo. Durante l’antichità, il santuario era il centro di culto dedicato ad Artemide (la dea della caccia, degli animali selvatici e della natura). Gli archeologi hanno trovato focolari o altari dove venivano sacrificati animali in onore di Artemide, oltre a strati di cenere e ossa di animali calcinate. All’interno del tempio, sono state scoperte piattaforme di pietra dove probabilmente venivano sacrificati animali bruciandone parti come offerte ad Artemide. I buchi nel tetto hanno permesso al fumo degli incendi di fuoriuscire. Gli archeologi hanno scoperto numerosi manufatti antichi, tra cui gioielli, strumenti e vasi, che un tempo erano offerte lasciate dai visitatori precedenti, durante gli scavi nel terreno vicino al tempio. Una scultura in avorio di un personaggio egiziano, che illustra come persone provenienti da terre lontane portassero doni esotici, è stata una scoperta particolarmente insolita.

Sontuoso tempio di 2.600 anni fa trovato sull’isola greca di Eubea

Le prove suggeriscono che il primo tempio fu in seguito parzialmente bruciato, quindi ricostruito più piccolo utilizzando mattoni di fango prima che ne fosse costruito uno ancora più grande intorno al 500 a.C. Il tempio si trova ai piedi di una collina occupata fin dall’età del bronzo, oltre 3.000 anni fa. Fori profondi scavati dagli archeologi hanno trovato resti più antichi risalenti al 900-800 a.C. e persino oggetti dell’età del bronzo come una testa di toro in terracotta datata intorno al 1200 a.C., dimostrando che le persone avevano onorato Artemide in questo luogo per migliaia di anni. Documenti rinvenuti in un antico palazzo attestano l’esistenza di una città denominata Amarynthos nelle vicinanze del tempio tra il 1500 e il 1100 a.C. (periodo miceneo). Vedere monumenti risalenti a molto tempo fa probabilmente ha aumentato il significato religioso della zona. Dopo molti scavi e scoperte, gli archeologi ora stanno esaminando attentamente le loro scoperte nei laboratori.

L’articolo Sontuoso tempio di 2.600 anni fa trovato sull’isola greca di Eubea sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top