Scoperto un manufatto cristiano molto raro risalente a 1.500 anni fa

Gli archeologi hanno scoperto in Austria un eccezionale manufatto cristiano che si pensa abbia circa 1.500 anni.

Il manufatto in questione è molto frammentato, ma i ricercatori hanno affermato che un tempo i pezzi formavano una specie di contenitore rotondo noto come “pisside”, che in questo caso era fatto di avorio e riccamente decorato con motivi cristiani. La pisside, un oggetto liturgico, è stata rinvenuta nel sito di una chiesa del V-VI secolo durante gli scavi di un insediamento collinare tardoantico, ora situato nel comune di Irschen, nell’Austria meridionale, hanno annunciato gli archeologi dell’Università di Innsbruck. Gerald Grabherr, a capo del team archeologico di Innsbruck, ha dichiarato che le circostanze della scoperta sono “uniche”. In tutto il mondo si conoscono solo circa 40 scatole d’avorio di questo tipo e l’ultima volta che ne è stata trovata una durante gli scavi risale a circa 100 anni fa. Tali oggetti non vengono quasi mai ritrovati nei loro contesti archeologici originali. Secondo Grabherr, i pochi che esistono tendono ad essere conservati nei tesori delle cattedrali o esposti nei musei. Ma l’esemplare di Irschen è stato ritrovato all’interno di una teca di marmo nascosta sotto l’altare nella zona della cappella laterale della chiesa del V-VI secolo. In quanto tale, è la prima pisside di questo tipo ad essere trovata nel suo contesto archeologico in Austria, ha detto il ricercatore. Questo tipo di reliquiario veniva solitamente rimosso quando una chiesa veniva abbandonata perché era considerato particolarmente sacro. Ma in questo caso, è stato lasciato indietro. Grabherr ha detto che la pisside potrebbe essere stata originariamente utilizzata per contenere oggetti sacri, come le reliquie di un santo. Il modo in cui i frammenti della pisside erano depositati nella teca marmorea, tuttavia, indica che il contenitore era già rotto nella tarda antichità e fu sepolto in questo stato.

Scoperto un manufatto cristiano molto raro risalente a 1.500 anni fa

“Presumibilmente anche la pisside era considerata sacra e veniva trattata come tale perché era in contatto con una reliquia. Il significato archeologico e storico-artistico della pisside non può essere negato”, ha detto Grabherr in un comunicato stampa. Le decorazioni sulla pisside raffigurano una varietà di scene bibliche. Ad esempio, in una sezione, si vede un uomo ai piedi di una montagna. L’individuo è raffigurato mentre distoglie lo sguardo mentre una mano si alza dal cielo sopra di lui, mettendogli qualcosa tra le braccia. “Questa è la tipica rappresentazione della consegna delle leggi a Mosè sul monte Sinai, l’inizio dell’alleanza tra Dio e l’uomo dell’Antico Testamento”, ha detto Grabherr. In un’altra sezione, un uomo è raffigurato su un carro con due cavalli attaccati. Ancora una volta è visibile una mano che esce dalle nuvole, ma questa volta sta sollevando la figura verso il cielo. “Presumiamo che questa sia una raffigurazione dell’ascensione di Cristo, il compimento del patto con Dio”, ha detto Grabherr. “La raffigurazione di scene dell’Antico Testamento e la loro connessione con scene del Nuovo Testamento è tipica della tarda antichità e quindi si adatta alla nostra pisside; tuttavia, la raffigurazione dell’Ascensione di Cristo con una cosiddetta ‘biga’, un carro a due cavalli, è molto speciale e precedentemente sconosciuta”. La pisside è in uno stato molto fragile perché l’avorio tende ad assorbire l’umidità dall’ambiente circostante, il che ha reso il materiale molto morbido nel tempo. Ulrike Töchterle, responsabile del laboratorio di restauro di Innsbruck, ha lavorato per conservare il manufatto sin dalla sua scoperta, e ora è in condizioni tali da poter essere analizzato scientificamente. Secondo Grabherr, l’insediamento collinare dove è stata ritrovata la pisside fu fondato alla fine del III o all’inizio del IV secolo, quando la regione faceva ancora parte dell’Impero Romano. Sembra che sia stato abbandonato intorno all’anno 610 ed era stato in gran parte dimenticato fino a quando la squadra di Innsbruck non ha iniziato a condurre gli scavi nel sito nel 2016. Questi scavi hanno portato alla luce i resti di numerose abitazioni, due chiese cristiane e una cisterna, uno spazio scavato allo scopo di immagazzinare l’acqua.

L’articolo Scoperto un manufatto cristiano molto raro risalente a 1.500 anni fa sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top