Scoperto il primo antenato conosciuto di scorpioni e ragni

Si chiama Setapedites abbondantis , una minuscola creatura lunga circa 5 millimetri, e prosperava in un oceano che un tempo copriva quello che oggi è il Marocco, 478 milioni di anni fa.

Ora, analizzando i suoi fossili più di 20 anni dopo la loro scoperta, i paleontologi hanno scoperto che appartiene al clade di artropodi Euchelicerata. “Inizialmente volevamo solo descrivere e dare un nome a questo fossile. Non avevamo assolutamente idea che potesse contenere così tanti segreti”, afferma il paleontologo Lorenzo Lustri dell’Università di Losanna in Svizzera. “È stata quindi una sorpresa esaltante rendersi conto, dopo attente osservazioni e analisi, che ha anche colmato un’importante lacuna nell’albero evolutivo della vita.” Gli artropodi sono un gruppo molto diversificato e abbondante di invertebrati che comprende insetti, miriapodi, crostacei e aracnidi, che insieme rappresentano circa il 75% della vita animale mondiale. All’interno di questo gruppo ci sono dei sottogruppi. I chelicerati sono artropodi che possiedono cheliceri , apparato boccale a forma di zanne o tenaglie, utilizzato per afferrare e avvelenare la preda. Questo gruppo comprende ragni, scorpioni, granchi a ferro di cavallo, acari e zecche, oltre a diversi gruppi estinti, come gli scorpioni marini. Ma non siamo esattamente sicuri di quando e come questi diversi animali si siano differenziati e abbiano iniziato il loro distinto percorso evolutivo lontano dal resto degli artropodi. La Setapedites abbondantis è stata portata alla luce per la prima volta all’inizio degli anni 2000, in una formazione conosciuta come Fezouata Shale in Marocco. In effetti, era il tipo di fossile più abbondante nella specie, ma studiare e caratterizzare i fossili è un lavoro che richiede molto tempo, e i ricercatori hanno impiegato del tempo per arrivarci. Lustri e i suoi colleghi hanno studiato diversi esemplari fossilizzati della creatura, ottimamente conservati nello scisto morbido e fine che un tempo era limo sul fondo del mare. E hanno trovato caratteristiche anatomiche chiamate appendici biramose (a due rami) sulla parte posteriore dell’animale .

Scoperto il primo antenato conosciuto di scorpioni e ragni

Queste appendici e la loro posizione hanno permesso ai ricercatori di collocare con sicurezza la specie come membro della famiglia Offacolidae, un genere che comprende solo un’altra specie, Offacolus kingi , vissuta durante il Siluriano , tra 444 e 420 milioni di anni fa. Gli Offacolidae sono euchelicerati, il che significa che Setapedites abbondantis rappresenta ora il primo membro conosciuto di questo particolare ramo dell’albero genealogico degli artropodi, colmando il divario tra i primi artropodi e gli Euchelicerata. Per ora è stata individuata la posizione del fossile. Il prossimo passo è studiarlo ulteriormente per comprendere meglio l’emergere e l’evoluzione delle sue caratteristiche uniche, e quindi come siamo arrivati ​​ad avere i ragni che conosciamo oggi.

I risultati del team sono stati pubblicati su Nature Communications .

L’articolo Scoperto il primo antenato conosciuto di scorpioni e ragni sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top