Scoperto il fossile della tartaruga più grande mai esistita

Gli scienziati che studiano i fossili di tartarughe giganti estinte affermano di aver scoperto la più grande tartaruga di acqua dolce di tutti i tempi.

Un team internazionale di paleontologi ha portato alla luce diverse conchiglie ben conservate e il primo esemplare conosciuto di mascella di Stupendemys Geographicus , una specie di tartaruga d’acqua dolce dal collo laterale vissuta 5-10 milioni di anni fa (periodo Miocence) in Sud America. Insieme, i fossili gettano nuova luce sulla biologia, sulla distribuzione passata e sulla posizione filogenetica della gigantesca tartaruga. La tartaruga, cresceva fino a tre metri di lunghezza e pesava 1,145 kg, . Alcune di queste bestie potevano avere le dimensioni di un’auto e i maschi avevano anche gusci cornuti unici che si pensa fossero usati per affrontare altre tartarughe.

Scoperto il fossile della tartaruga più grande mai  esistita

Le profonde cicatrici trovate sul fossile, suggeriscono che questi incredibili animali combattevano ferocemente con altri maschi per il possesso della compagna o del territorio. “Era lunga quanto una Mini Cooper mentre Archelon aveva le stesse dimensioni di una Toyota Corolla”, ha detto il coautore dello studio Albert Sellés dell’Institut Català de Paleontologia (ICP). Nuotava in acque pericolose. I suoi predatori includono mosasauri e plesiosauri, grandi creature acquatiche lunghe fino a 15 metri. Altri predatori vicini erano squali e razze. “Attaccare un animale di queste dimensioni forse avrebbe potuto essere fatto solo da grandi predatori nel contesto marino. A quel tempo, i grandi predatori marini nella zona europea erano principalmente squali e mosasauri”, ha detto Oscar Castillo, uno studente dell’Universitat. Autònoma de Barcelona e autore principale dello studio pubblicato su Scientific Reports.

L’articolo Scoperto il fossile della tartaruga più grande mai esistita sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top