Scoperto fossile di un bizzarro animale con 5 occhi risalente a milioni di anni fa

La scoperta.

Gli artropodi sono stati tra gli animali di maggior successo sulla Terra sin dal periodo Cambriano, circa 520 milioni di anni fa. Sono i più familiari e onnipresenti e costituiscono oggi quasi l’80% di tutte le specie animali, molto più di qualsiasi altro animale. Ma come si sono evoluti gli artropodi e che aspetto avevano i loro antenati? Questi sono stati uno dei principali enigmi nell’evoluzione animale che hanno sconcertato generazioni di scienziati per più di un secolo. Ora i ricercatori dell’Istituto di geologia e paleontologia di Nanchino dell’Accademia cinese delle scienze (NIGPAS) hanno scoperto un fossile simile a un gamberetto con cinque occhi, che ha fornito importanti informazioni sulla prima storia evolutiva degli artropodi. Lo studio è stato pubblicato su Nature. La specie fossile, Kylinxia , ​​è stata raccolta dalla fauna di Chengjiang nella provincia dello Yunnan, nel sud-ovest della Cina. La fauna documenta i fossili di animali primitivi più completi del Cambriano. Il Prof. HUANG Diying, autore corrispondente dello studio del NIGPAS, ha affermato: “ Kylinxia è una specie chimerica molto rara. Combina caratteristiche morfologiche di diversi animali, il che è analogo a “kylin”, una creatura chimerica nella mitologia tradizionale cinese. “A causa di condizioni tafonomiche molto speciali, i fossili di Kylinxia mostrano strutture anatomiche squisite. Ad esempio, il tessuto nervoso, gli occhi e il sistema digestivo: queste sono parti molli del corpo che di solito non possiamo vedere nei fossili convenzionali”, ha affermato il Prof. ZHAO Fangchen, co-autore corrispondente dello studio.

Scoperto fossile di un bizzarro animale con 5 occhi risalente a milioni di anni fa

Kylinxia mostra caratteristiche distintive dei veri artropodi, come una cuticola indurita, un tronco segmentato e gambe articolate. Tuttavia, integra anche le caratteristiche morfologiche presenti in forme molto ancestrali, tra cui i bizzarri cinque occhi di Opabinia , conosciuta come la “strana meraviglia” del Cambriano, nonché le iconiche appendici rapaci di Anomalocaris , il gigantesco predatore apicale dell’oceano Cambriano. Tra la fauna di Chengjiang, Anomalocaris è un grande predatore che può raggiungere i due metri di lunghezza corporea ed è stato considerato una forma ancestrale di artropodi. Ma esistono enormi differenze morfologiche tra Anomalocaris e i veri artropodi. Tra i due c’è un grande divario evolutivo che difficilmente può essere colmato. Questo divario è diventato un cruciale “anello mancante” nell’origine degli artropodi. Il gruppo di ricerca ha condotto esami anatomici dettagliati dei fossili di Kylinxia . Hanno dimostrato che le prime appendici dell’Anomalocaris e dei veri artropodi erano omologhe. Le analisi filogenetiche hanno suggerito che esistesse affinità tra le appendici anteriori dei Kylinxia , ​​piccole appendici predatrici davanti alla bocca dei Chelicerati (un gruppo che comprende ragni e scorpioni) e le antenne dei Mandibulata (una suddivisione di artropodi comprendente insetti come formiche e api). “I nostri risultati indicano che la posizione evolutiva di Kylinxia è proprio tra Anomalocaris e i veri artropodi. Pertanto, la nostra scoperta ha raggiunto la radice evolutiva dei veri artropodi”, ha affermato il prof. ZHU Maoyan, coautore dello studio. “ Kylinxia rappresenta un fossile di transizione cruciale previsto dalla teoria evoluzionistica di Darwin. Colma il divario evolutivo tra Anomalocaris e i veri artropodi e costituisce un “anello mancante” chiave nell’origine degli artropodi, fornendo una forte prova fossile per la teoria evolutiva della vita”, ha affermato il dottor ZENG Han, primo autore dello studio.

L’articolo Scoperto fossile di un bizzarro animale con 5 occhi risalente a milioni di anni fa sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top