Russia dilaniata dagli incendi: edifici in fiamme in Siberia

I roghi, nella regione di Krasnoyarsk, hanno distrutto decine di edifici.

Una serie di roghi sta colpendo varie cittadine russe nella regione di Krasnoyarsk, in Siberia. A renderlo noto è il Ministero delle Situazioni di emergenza nelle sue dichiarazioni riportate dall’agenzia Interfax. Due sono i morti a Novorkursk, dove il fuoco ha distrutto 15 edifici. Segnalati incendi anche a Nikolsk, dove sono 20 gli edifici andati in cenere. Tre persone, inclusi i due bambini, sono morti a Talazhanka, dove le fiamme hanno distrutto 16 edifici. Nell’area è stato proclamato lo stato di emergenza, con 300 uomini e oltre 90 automezzi impegnati a domare i roghi. “La situazione è complicata per le condizioni climatiche, poiché i forti venti aumentano la propagazione delle fiamme e ne imoediscono l’estinzione,” ha dichiarato il Ministero della Protezione civile locale.

Russia dilaniata dagli incendi: edifici in fiamme in Siberia

Nell’area, nota per la lavorazione del legno, sono andate a fuoco diverse segherie, un asilo e molti edifici residenziali, ha annunciato il Ministero per le situazioni di emergenza della regione. Gli incendi sarebbero stati causati da alcuni cortocircuiti provocati da cavi invertiti e il cedimento di una linea elettrica provocato da forti venti, ha spiegato oggi l’Agenzia regionale per la protezione civile e le situazioni di emergenza. Negli ultimi anni gli incendi in Siberia sono cresciuti in maniera esponenziale, soprattutto nell’area orientale della regione, dove hanno sprigionato milioni di tonnellate di carbonio.

L’articolo Russia dilaniata dagli incendi: edifici in fiamme in Siberia sembra essere il primo su Scienze Notizie.