Radnorscolex latus: Il Predatore Marino del Siluriano

Radnorscolex latus: Il Predatore Marino del Siluriano
Il loro approccio brutale all’alimentazione è stato paragonato a (Richie Howard & Luke Parry)

Un fossile straordinario di un verme è stato recentemente descritto, risalente a circa 425 milioni di anni fa, rappresentando la specie più giovane del suo gruppo ad essere identificata. Questo predatore carnivoro, noto come Radnorscolex latus, è stato rinvenuto a Leintwardine, nell’Herefordshire, e studiato dai ricercatori del Museo di Storia Naturale di Londra.

Radnorscolex si spostava sul fondale marino in modo simile a un’armonica, utilizzando una serie di denti affilati e uncini sulla testa per ancorarsi mentre si muoveva. Il suo metodo alimentare è stato paragonato a quello di un aspirapolvere marino, consumando tutto ciò che si trovava sulla sua strada. Secondo il dottor Richie Howard, Curatore degli Artropodi Fossili presso il Museo di Storia Naturale di Londra, “Crediamo che qualsiasi cosa si trovasse vicino quando spingevano la loro gola verso l’esterno nel sedimento sarebbe stata afferrata”.

Questo fossile, sebbene descritto solo di recente, è stato scoperto negli anni ’20 in un’antica cava vittoriana nell’Herefordshire, Regno Unito. Inizialmente studiato all’epoca della sua scoperta, i ricercatori dell’epoca non disponevano della tecnologia avanzata di scansione attuale per analizzarlo in dettaglio.

una scansione di un fossile di verme predatore preistorico risalente a 425 milioni di anni fa
Sappiamo che questo fossile è stato studiato nel 1920, ma senza le tecnologie avanzate che abbiamo oggi utilizzando tecniche di imaging all’avanguardia non erano in grado di descriverli con la stessa precisione e accuratezza come possiamo fare ora.
Richie Howard & Luke Parry

Con l’ausilio delle moderne tecniche di scansione, il team di scienziati attuale è riuscito a esaminare il fossile in modo approfondito, rivelando nuove informazioni sulla sua morfologia e sul suo ruolo nell’ecosistema marino dell’epoca. Si è scoperto che Radnorscolex era un organismo straordinario anche nel contesto del Siluriano.

Secondo Howard, “Quello che abbiamo trovato è piuttosto raro nel senso che potremmo essere di fronte all’equivalente odierno di un fossile vivente, ma dal punto di vista del Siluriano”. Questo suggerisce che Radnorscolex potrebbe rappresentare un esempio di conservazione evolutiva, simile a quello osservato in alcune specie moderne come i celacanti o i granchi ferr horseshoe.

Lo studio dettagliato di questo fossile, pubblicato sulla rivista Papers in Palaeontology, getta le basi per future ricerche sui paleoscolecidi del Siluriano, offrendo nuove prospettive sulla vita marina antica e sulla sua evoluzione nel corso dei millenni.

I dettagli rivelano il modello delle piastre corazzate sul verme preistorico Verme preistorico Radnorscolex latus.
I dettagli rivelano il modello delle piastre corazzate sul verme preistorico
Richie Howard & Luke Parry

Links:

L’articolo Radnorscolex latus: Il Predatore Marino del Siluriano sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top