Popolazioni dell’Africa occidentale discendono da un misterioso ominide

Secondo lo studio, quattro popolazioni dell’Africa occidentale – Yoruba, Esan, Mende e Gambia – derivano dal 2 al 19% dei loro antenati genetici da una specie ancora sconosciuta di ominidi arcaici che si differenziarono prima della scissione tra gli esseri umani moderni e gli antenati di Neanderthal e Denisoviani. nuova ricerca dell’Università della California, Los Angeles.

Le persone contemporanee che hanno antenati provenienti da Europa, Asia e Oceania portano il DNA di due specie arcaiche, Neanderthal e Denisoviani, che costituiscono l’1-4% del loro genoma. Questi segmenti genetici sono arrivati ​​agli esseri umani moderni attraverso l’introgressione, il processo mediante il quale i membri di due popolazioni si accoppiano e gli individui ibridi risultanti si riproducono poi con i membri delle popolazioni madri. Studi recenti hanno dimostrato che, sebbene i moderni africani occidentali non abbiano antenati di Neanderthal o Denisoviani, potrebbe esserci stata un’introgressione da parte di altri antichi ominidi nel loro passato. In un nuovo studio, i ricercatori dell’Università della California, Los Angeles, Arun Durvasula e Sriram Sankararaman, hanno confrontato il DNA di Neanderthal e Denisovan con i genomi di 405 individui dell’Africa occidentale. Gli scienziati si sono concentrati su quattro popolazioni contemporanee dell’Africa occidentale: Yoruba di Ibadan, Esan della Nigeria, Mende della Sierra Leone e del Gambia.

Popolazioni dell’Africa occidentale discendono da un misterioso ominide

Hanno trovato differenze che potrebbero essere meglio spiegate dall’introgressione di un ominide arcaico sconosciuto i cui antenati si separarono dall’albero genealogico umano prima dei Neanderthal. I dati suggeriscono che questa introgressione potrebbe essere avvenuta relativamente di recente, o potrebbe aver coinvolto più popolazioni di esseri umani arcaici, suggerendo interazioni complesse e di lunga durata tra esseri umani anatomicamente moderni e varie popolazioni di ominidi arcaici. “Combinando i nostri risultati sulle popolazioni dell’Africa occidentale, stimiamo che la popolazione arcaica si sia separata dagli antenati dei Neanderthal e degli esseri umani moderni da 360.000 a 1,02 milioni di anni fa, e successivamente sia entrata negli antenati degli africani odierni da 0 a 124.000 anni fa, contribuendo dal 2 al 19% dei loro antenati“, hanno detto gli autori. Il dottor Durvasula e il dottor Sankararaman hanno anche esaminato le frequenze dei segmenti di DNA arcaico per indagare se la selezione naturale avrebbe potuto modellare la distribuzione delle varianti genetiche arcaiche. “Abbiamo trovato 33 loci con una frequenza di segmento arcaico superiore al 50% in Yoruba e 37 loci in Mende. Alcuni di questi geni sono ad alta frequenza sia in Yoruba che in Yoruba, tra cui NF1 (un gene soppressore del tumore), MTFR2 (un gene coinvolto nella respirazione aerobica mitocondriale nel testicolo), HSD17B2 (un gene coinvolto nella regolazione ormonale), KCNIP4 ( un gene coinvolto nei canali del potassio) e TRPS1 TRPS1 (un gene associato alla sindrome tricorinofalangea).Tre di questi geni sono stati trovati in precedenti scansioni per la selezione positiva in Yoruba: NF1, KCNIP4 e TRPS1. D’altra parte, non troviamo frequenze elevate in MUC7, un gene precedentemente scoperto che ospita segni di introgressione arcaica”. Il team chiede ulteriori analisi dei genomi africani moderni e antichi per rivelare la natura di questa storia complessa. “I segnali di introgressione nelle popolazioni dell’Africa occidentale che abbiamo analizzato sollevano interrogativi riguardanti l’identità dell’ominide arcaico e le sue interazioni con le moderne popolazioni umane in Africa. Una comprensione dettagliata dell’introgressione arcaica e del suo ruolo nell’adattamento alle diverse condizioni ambientali richiederà l’analisi dei genomi di genomi antichi e esistenti in tutta la gamma geografica dell’Africa”.

L’articolo Popolazioni dell’Africa occidentale discendono da un misterioso ominide sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top