Petra: trovati antichi rotoli con informazioni sorprendenti sulla vita del I secolo d.C.

Petra era la capitale di un potente impero commerciale duemila anni fa. Fu fondata dai Nabatei, un popolo originario della terra specializzato nel commercio e che servì per molti anni come centro politico, culturale ed economico della regione.

Petra è un’antica città della Giordania rinomata per la sua straordinaria architettura scavata nella roccia. Fondata dai Nabatei intorno al IV secolo a.C., passò successivamente sotto il controllo dell’Impero Romano. La città è famosa per le sue strutture monumentali scavate nelle scogliere di arenaria, in particolare l’imponente mausoleo noto come “Al-Khazneh” o “Il Tesoro”. Petra rimase a lungo un tesoro nascosto fino alla sua riscoperta nel XIX secolo. È elencato come sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO. L’antica capitale ha una ricca storia che risale a migliaia di anni fa. Gli archeologi hanno già trovato numerosi documenti in questa ricca storia che forniscono preziose informazioni sulla vita degli abitanti preistorici della città. La scoperta fu fatta nel 1961 da un team di archeologi che lavorava nella zona. I documenti, come i Rotoli del Mar Morto , erano stati dimenticati in una grotta per circa 2.000 anni. Sono stati presentati nel documentario di Smithsonian Channel Sacred Sites : Petra, dove il narratore ha dichiarato: “Rivelano informazioni sorprendenti sulla vita di una donna nabatea di nome Abia-adan, vissuta nel I secolo d.C.”. Questa donna possedeva un grande frutteto di palme da dattero a Maoza vicino al Mar Morto, indicando che le donne nell’antica Petra potevano generare capitali significativi. I documenti sono ora in possesso della Israel Antiquities Authority e la professoressa Hannah Cotton-Paltiel dell’Università Ebraica di Gerusalemme ne è un’esperta. “Abiadan è una donna nabatea e i due documenti sono interessanti perché vende lo stesso frutteto a una persona e poi a un’altra”, spiega.

Petra: trovati antichi rotoli con informazioni sorprendenti sulla vita del I secolo d.C.

I documenti dicono che Abia-adan possedeva un terreno direttamente confinante con quello del re.
Archelao, uno strategos nabateo , più o meno un governatore provinciale, acquistò il primo frutteto Abiadan, e il mese dopo ne vendette un altro a un uomo chiamato Shim’on. I documenti dimostrano non solo la sua alfabetizzazione ma anche la sua posizione nella società, poiché le sue terre confinavano con quelle del re nabateo. Il professor Cotton-Paltiel ha spiegato: “Si tratta principalmente di documenti legali. Questo non è il diario di una donna. Ma ho sempre la sensazione che dietro i documenti dettati agli scribi ci siano donne che sanno quello che vogliono. “La sensazione che si ricava dai documenti è che fosse completamente indipendente.” Il professor John Healey, dell’Università di Manchester, ha studiato i documenti e il modo in cui funzionava la società a Petra, e ha notato come le donne avessero “un’autorità in questo periodo”. L’insieme dei documenti ha rivelato una quantità senza precedenti di informazioni su individui che un tempo chiamavano casa Petra.

L’articolo Petra: trovati antichi rotoli con informazioni sorprendenti sulla vita del I secolo d.C. sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top