Perché le bottiglie di champagne sul Titanic non sono implose?

Perché le bottiglie di champagne sul Titanic non sono implose?
Anche in altri relitti sono state trovate bottiglie. (mountain diver/shutterstock.com)

Quando il sommergibile condannato il Titan implodette mentre l’equipaggio cercava di esplorare il relitto del Titanic nel giugno 2023, le persone iniziarono a farsi molte domande sulle implosioni, incluso il motivo per cui il Titanic stesso non implodette nonostante fosse a una profondità inferiore.

Una di queste domande, posta un numero di volte nell’ultimo anno, è il motivo per cui le bottiglie di champagne trovate sul Titanic non sono implose. Invece, ci sono bottiglie che sembrano essere in gran parte intatte.

IFLScience non è responsabile dei contenuti condivisi da siti esterni.ⓘ 

“Ricordate come l’anno scorso il sommergibile Titan è stato schiacciato istantaneamente quando si stava dirigendo verso il relitto del Titanic? Nonostante le loro scarse linee guida di sicurezza e i tagli di angoli, era comunque una struttura in titanio progettata per resistere a tali profondità”, ha chiesto una di queste domande nell’altamente stimato gruppo di Facebook il Journal of Scientific Shitposting. “Quindi come mai una semplice bottiglia di vetro piena di champagne non si è frantumata?” 

Prima di tutto, vediamo perché si verificano le implosioni. Le implosioni avvengono quando gli oggetti collassano su se stessi, a causa di una differenza tra la pressione interna ed esterna. Quando la pressione diventa troppo elevata per resistere, ad esempio, allo scafo di un sottomarino, il risultato è un’implosione violenta, che equalizza la pressione all’interno e all’esterno del veicolo.

Le implosioni possono verificarsi anche in superficie, purché ci sia una pressione inferiore all’interno di un oggetto rispetto all’esterno, ad esempio rimuovendo l’aria all’interno di un serbatoio per creare un vuoto. 

Non esiste una regola “tranne per le bottiglie” o “tranne per il Titanic”. Parti del Titanic ha implodato. Le parti che non hanno implodato hanno evitato questo evento particolarmente distruttivo perché l’aria era stata rilasciata dall’interno, causando una pressione uguale all’esterno e all’interno (condizioni in cui l’implosione non si verifica).

Quindi come ha fatto la bottiglia a sfuggire a questo destino? Le persone hanno suggerito che parte della risposta sia la pressione aumentata all’interno della bottiglia di champagne, causata dalla presenza di anidride carbonica. La pressione all’interno di una bottiglia di champagne è più alta di quanto si possa immaginare, arrivando a circa 6 bar (90 psi), con 1 bar che corrisponde alla pressione atmosferica al livello del mare. Oggi lo champagne viene conservato in bottiglie che possono resistere fino a 20 bar (290 psi), mentre spesso viene utilizzato un fissatore in metallo per tenere il tappo in posizione.

Quindi, all’inizio del viaggio della bottiglia di champagne verso il fondo dell’oceano, non era a rischio di implosione. Vecchi champagne sono stati trovati a profondità di 50 metri (164 piedi), intatti e persino ancora bevibili. Infatti, mentre iniziava a affondare, era a ridotto rischio di esplosione, poiché la differenza di pressione tra l’interno e l’esterno diminuiva, fino a una profondità di circa 60 metri (197 piedi), dove la pressione è di circa 6 bar (90 psi). A quel punto, la differenza di pressione inizierebbe ad aumentare significativamente. Il Titanic si trova a circa 3.800 metri (12.500 piedi) di profondità, sotto una pressione di circa 381 bar (5.532 psi). 

A meno che i produttori di vetro del XIX secolo non abbiano creato bottiglie in grado di resistere a pressioni così ridicolmente elevate “solo per ridere”, deve esserci un’altra ragione per cui non hanno implodato. Anche se il “vetro resistente” fa parte della risposta, il tappo sarebbe stato aspirato nella bottiglia a causa della differenza di pressione prima di raggiungere le profondità del Titanic.

La chiave è probabilmente il tappo deformato in cima alla bottiglia. Perché una bottiglia sopravviva all’implosione a questa profondità, come le sezioni intatte del Titanic, l’acqua deve essere entrata all’interno per equalizzare la pressione all’interno e all’esterno della bottiglia.

“So che avete menzionato bottiglie di champagne senza tappo scoperte nel relitto del Titanic che giace ancora più in profondità a 3,8 km”, ha spiegato il canale YouTube The Dropzone. “Sarebbe incredibile se il tappo fosse rimasto sigillato, ma penso che tutte le guarnizioni siano già state compromesse e la pressione interna si sia equalizzata con la pressione esterna quando la nave affondò durante la discesa nel 1912.”

Questo potrebbe essere accaduto rapidamente, come nella dimostrazione video, o più lentamente mentre il tappo scendeva e veniva compresso dalla pressione enorme.

L’articolo Perché le bottiglie di champagne sul Titanic non sono implose? sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top