Montagne di feci umane sull’Everest: un problema odoroso per le autorità locali

Montagne di feci umane sull’Everest: un problema odoroso per le autorità locali
Fino a dicembre 2023, 6.664 persone diverse hanno scalato l’Everest e raggiunto la vetta. (Daniel Prudek/Shutterstock.com)

Montagne di feci umane stanno creando un odore sgradevole sull’Everest, molto all’annoiato delle autorità locali che ora stanno istruendo gli scalatori a portare i loro bisogni sporchi al campo base.

Il Comitato di Controllo dell’Inquinamento di Sagarmatha stima che letteralmente tonnellate di escrementi umani siano stati scaricati tra il Campo Uno e il Campo Quattro dell’Everest. A causa delle condizioni estreme della montagna ad alta quota, gran parte di questi rifiuti non si degrada completamente e può persistere per anni.

Per combattere il problema, il municipio rurale di Pasang Lhamu – l’autorità locale che si occupa di gran parte della regione dell’Everest – sta ordinando agli scalatori di acquistare speciali sacchetti per le feci al campo base, che verranno “controllati al loro ritorno”, secondo BBC News.

I sacchetti conterranno sostanze chimiche che aiutano a solidificare le feci umane e ridurne l’odore.

“Le nostre montagne hanno cominciato a puzzare”, ha detto Mingma Sherpa, presidente del municipio rurale di Pasang Lhamu, alla BBC.

“Stiamo ricevendo lamentele che gli escrementi umani sono visibili sulle rocce e alcuni scalatori si stanno ammalando. Questo non è accettabile e danneggia la nostra immagine”, ha detto Mingma.

Il numero di persone che scalano l’Everest è aumentato significativamente negli ultimi due decenni.
Statista (CC BY-ND 3.0)

spostare il campo base dell’Everest perché il cambiamento climatico e l’attività umana lo rendevano insicuro. Il problema delle feci sull’Everest è stato sollevato in precedenza. Nel 2022, il Nepal ha annunciato che aveva bisogno di

Oltre al riscaldamento delle temperature che destabilizza l’area ghiacciata, i gruppi locali erano preoccupati per la quantità di spazzatura, urina ed escrementi umani che venivano abbandonati nel campo. Senza considerare i cadaveri umani sepolti nel ghiaccio che emergono a causa del disgelo.

Lo spostamento del campo è stato eventualmente abbandonato, ma l’impatto dell’attività umana continua a crescere.

Tutti questi problemi sono alimentati dalla grande quantità di persone che oggi cercano di scalare la vetta dell’Everest. Le spedizioni sono diventate sempre più accessibili e popolari negli ultimi due decenni, causando un sovraffollamento pericolosamente affollato con ingorghi di scalatori.

Edmund Hillary e Tenzing Norgay sono diventati i primi scalatori a conquistare l’Everest nel 1953. A distanza di sette decenni, oltre 6.664 persone diverse hanno raggiunto la sua vetta – e questo ambiente una volta incontaminato sta iniziando a risentirne.

L’articolo Montagne di feci umane sull’Everest: un problema odoroso per le autorità locali sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top