Misterioso oggetto romano trovato in Inghilterra sconcerta gli archeologi

I dodecaedri romani sono una sorta di enigma: non si conosce alcuna menzione di questi oggetti cavi a 12 facce nei testi o nelle immagini dell’antica Roma.

Scoperti per la prima volta nel XVIII secolo, sono stati rinvenuti circa 130 dodecaedri in tutto l’Impero Romano, anche se è interessante notare che la maggior parte è stata trovata nel nord Europa e in Gran Bretagna, e nessuno è stato trovato in Italia. I dodecaedri sono piuttosto intricati, caratterizzati da una serie di fori rotondi, con manopole che incorniciano i fori. Per realizzarli ci sarebbe voluto un artigiano molto abile. Sono realizzati in una lega di rame e sarebbero stati piuttosto costosi, a causa della quantità di tempo e di metallo utilizzati per crearli, il che aumenta il loro intrigo. Ci sono stati numerosi suggerimenti da parte degli archeologi e del pubblico su cosa avrebbe potuto essere il dodecaedro. Alcuni teorizzano che fossero oggetti religiosi, strumenti per lavorare a maglia, strumenti di misurazione o giocattoli antistress. A causa dell’alto livello di abilità coinvolto, alcuni hanno suggerito che fossero un modo per un maestro artigiano di dimostrare le proprie abilità da esperto. Non c’è uniformità nella dimensione o nella forma dei dodecaedri finora rinvenuti, né nella loro composizione metallica e nemmeno nel livello di lavorazione. Se fossero oggetti importanti, ci aspetteremmo di scoprire anche prove contestuali nella documentazione archeologica, come raffigurazioni in dipinti o mosaici. Sembra che questo oggetto rimarrà un mistero per qualche tempo, il che potrebbe essere il motivo per cui così tante persone ne sono affascinate. Nel giugno 2023, il Norton Disney Archaeology Group (NDAG) (di cui sono il tesoriere) ha effettuato uno scavo nella comunità locale in un campo vicino al villaggio di Norton Disney, nel Lincolnshire. È il 33esimo trovato in Inghilterra e il primo nelle Midlands. Ci sono alcune cose che rendono questa scoperta particolarmente speciale. Il primo è la sua dimensione, poiché si ritiene che sia uno degli esempi più grandi in Gran Bretagna. Il secondo è l’alto livello di conservazione dell’oggetto. Come ha spiegato Richard Parker, segretario dell’NDAG: “Il nostro è in condizioni assolutamente fantastiche. È completamente intatto e non c’è alcuna prova di usura”. Il dodecaedro è stato sottoposto ad alcune prime analisi per cercare di fornire qualche indizio in più a riguardo. Un’analisi XRF (fluorescenza a raggi X), una tecnica utilizzata per analizzare la composizione degli elementi, è stata eseguita dall’archeometallurgista Gerry McDonnell, un esperto nell’uso passato e nella produzione dei metalli da parte dell’uomo. È emerso che la composizione dell’oggetto era principalmente una miscela di lega di rame (75%), stagno (7%) e piombo (18%).

Misterioso oggetto romano trovato in Inghilterra sconcerta gli archeologi

Il dodecaedro di Norton Disney misura circa 8 cm di diametro e pesa 245 grammi. È stato anche scansionato utilizzando uno scanner 3D in collaborazione con l’Università di Lincoln, e entro la fine dell’anno sarà inviato all’Università di Newcastle per ulteriori analisi scientifiche. Interessante il sito del ritrovamento stesso. I frammenti di ceramica rinvenuti in numerose trincee vanno dall’età del ferro fino al periodo romano, dimostrando un uso prolungato e continuato del territorio. Vicino al sito c’è anche una villa romana che fu scavata nel 1935. I resti scheletrici rinvenuti nella villa suggeriscono che fosse occupata in periodo tardo romano e che il sito della villa fu successivamente riutilizzato come luogo di sepoltura. Nel 1989, un metal detector scoprì una statuetta di divinità cavaliere romano-britannica nelle vicinanze della villa romana, che attualmente è ospitata al British Museum. C’è ancora molto da imparare sul sito e sul dodecaedro stesso. La trincea in cui è stato ritrovato non è stata completamente scavata nel 2023 a causa di vincoli di tempo e finanziari (l’NDAG fa affidamento esclusivamente su donazioni), poiché è stata ritrovata il penultimo giorno di scavo. Ma l’NDAG tornerà sul sito questo giugno per riaprire un paio di trincee e scavare completamente la fossa dove è stato ritrovato il dodecaedro. Si spera che ciò fornisca un quadro migliore dell’esatto scopo per cui è stato utilizzato il sito e del motivo per cui il misterioso dodecaedro è stato collocato lì.

L’articolo Misterioso oggetto romano trovato in Inghilterra sconcerta gli archeologi sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top