Mescolare bevande energetiche con alcol può compromettere le funzioni cerebrali

Esperimenti sui ratti hanno dimostrato che mescolare bevande energetiche con alcol può causare problemi a lungo termine alle funzioni cognitive, aumentando le preoccupazioni sulle abitudini di consumo di alcol dei giovani adulti.

Lo studio è stato condotto da un team dell’Università di Cagliari e dell’Università di Catania su un gruppo di ratti adolescenti maschi a cui sono stati somministrati alcol, bevande energetiche o una miscela di entrambi. Sono stati quindi utilizzati vari esperimenti standard per valutare la funzione cognitiva, tra cui scansioni cerebrali e test comportamentali, fino a 53 giorni dopo aver bevuto. Questi test hanno rivelato che gli animali che avevano consumato i cocktail presentavano cambiamenti duraturi nella loro capacità di apprendere e ricordare, nonché cambiamenti nella parte del cervello corrispondente all’ippocampo, l’area responsabile dell’apprendimento e della memoria. “Si sa poco se il consumo combinato di queste bevande, durante l’adolescenza, possa avere effetti a lungo termine sulle funzioni centrali, sollevando la questione dei rischi di questa abitudine sulla maturazione del cervello”, scrivono i ricercatori nel loro articolo pubblicato. Naturalmente, sia l’alcol che le bevande energetiche sono popolari tra i giovani per una serie di motivi, dalle feste notturne alle sessioni di studio notturne, e le implicazioni di questo studio sono che queste abitudini potrebbero causare danni a lungo termine. In particolare, sembra che la plasticità dell’ippocampo potrebbe essere influenzata, compromettendo la capacità del cervello di adattarsi e cambiare in risposta a nuove informazioni e richieste. È una parte cruciale del normale funzionamento del cervello. Sebbene i ratti che avevano assunto alcol e bevande energetiche abbiano inizialmente mostrato un aumento di alcune metriche e funzioni cerebrali, tra cui un aumento di una proteina che guida la crescita dei neuroni, questi benefici non sono durati e, nel tempo e fino all’età adulta, si è verificato in realtà un declino delle capacità cerebrali.

Mescolare bevande energetiche con alcol può compromettere le funzioni cerebrali

I nostri risultati dimostrano che l’alcol mescolato al consumo di bevande energetiche durante il periodo periadolescenziale produce cambiamenti adattivi nell’ippocampo a livello elettrofisiologico e molecolare, associati ad alterazioni comportamentali, che sono già rilevabili durante l’adolescenza e persistono in età adulta”, scrivono i ricercatori. Questi risultati devono ancora essere confermati in studi sull’uomo, e ci sono probabilmente differenze tra i sessi dovute a interazioni ormonali che non sono state esplorate in questo studio. Ma i loro risultati suggeriscono che le preoccupazioni per la salute riguardo alle bevande energetiche sono giustificate. L’alcol ha molte implicazioni per la salute di per sé, ed è di buon senso che mescolare i due insieme in modo significativo non sia la migliore idea. I livelli di bevande somministrati ai giovani ratti erano l’equivalente di un’abbuffata di alcol, un comportamento che sembra essere in aumento tra i giovani adulti umani. Ora i ricercatori vogliono vedere ulteriori studi su quali potrebbero essere le conseguenze. “Nel complesso, l’analisi dell’intero set di dati ottenuti suggerisce fortemente che l’alcol mescolato alle bevande energetiche, durante l’adolescenza, può avere effetti che non sono necessariamente la somma di quelli osservati con l’etanolo o le bevande energetiche da soli e possono influenzare in modo permanente la plasticità dell’ippocampo“, scrivono i ricercatori.

La ricerca è stata pubblicata su Neuropharmacology .

L’articolo Mescolare bevande energetiche con alcol può compromettere le funzioni cerebrali sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top