L’incredibile viaggio di ‘Oumuamua nel Sistema Solare

L’incredibile viaggio di ‘Oumuamua nel Sistema Solare
Mariner 10 è stata la prima missione a utilizzare un’assistenza gravitazionale. (NASA)

Nel 2017, gli astronomi dell’osservatorio Pan-STARRS hanno individuato un oggetto in rapido movimento davanti al nostro Sole a una velocità di 38,3 chilometri al secondo (23,8 miglia al secondo, o 85.700 miglia all’ora). Questo oggetto, chiamato A/2017 U1 e ora noto come ‘Oumuamua, è stato il primo visitatore interstellare confermato nel nostro Sistema Solare.

Immediatamente dopo la scoperta, telescopi di tutto il mondo si sono diretti verso ‘Oumuamua per raccogliere dati sulla sua forma e dimensioni. Gli scienziati hanno determinato che l’oggetto è lungo circa 400 metri (1.300 piedi) e ha una forma approssimativamente simile a un pancake.

Una delle caratteristiche più intriganti di ‘Oumuamua è stata la sua accelerazione insolita mentre attraversava il Sistema Solare. Questo ha portato alcuni a ipotizzare che potesse essere una sonda interstellare o un oggetto non naturale. Tuttavia, spiegare questa accelerazione è stato un compito complesso per la comunità scientifica.

Le teorie proposte per spiegare l’accelerazione di ‘Oumuamua includono l’ipotesi che l’oggetto abbia rilasciato idrogeno incorporato al suo interno quando è stato riscaldato dall’energia solare durante il suo passaggio vicino al Sole.

Pur essendo un obiettivo difficile da raggiungere a causa della sua velocità, sono state proposte diverse missioni per studiare da vicino ‘Oumuamua. Alcune di queste missioni sfruttano la gravità del Sole per guadagnare slancio e avvicinarsi all’oggetto.

Una delle strategie proposte è la manovra di Oberth solare, che consentirebbe alla sonda di sfruttare la gravità del Sole per aumentare la sua velocità. Questa tecnica è stata utilizzata con successo in passato dalle missioni della NASA per esplorare i confini del Sistema Solare.

Le missioni spaziali come Voyager 1 e 2, Galileo e Cassini hanno sfruttato l’assistenza gravitazionale di pianeti come Giove, Saturno e Urano per raggiungere i loro obiettivi. Queste manovre complesse hanno permesso alle sonde di viaggiare attraverso il Sistema Solare con efficienza e precisione.

Nonostante le sfide tecniche e temporali, diverse proposte di missione mirano a raggiungere ‘Oumuamua entro il 2050. L’interesse per questo misterioso visitatore interstellare continua a guidare la ricerca e l’esplorazione nello spazio profondo.

Links:

L’articolo L’incredibile viaggio di ‘Oumuamua nel Sistema Solare sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top