L’importanza della scrittura a mano nel mondo digitale

L’importanza della scrittura a mano nel mondo digitale
Scrivere con una penna richiede maggiore abilità e elaborazione rispetto alla semplice digitazione. Questo può avere implicazioni sulla nostra capacità di apprendere e ricordare nuove informazioni? (fizkes/Shutterstock.com)

Quando è stata l’ultima volta che hai scritto qualcosa a mano? Per molti di noi, la pratica della scrittura manuale potrebbe essere diventata rara, se non del tutto abbandonata. La tecnologia ci offre la possibilità di prendere appunti sui telefoni o digitare idee con le tastiere, un processo generalmente più veloce e semplice. Tuttavia, il valore intrinseco della scrittura a mano potrebbe non essere scomparso del tutto, come suggerisce un nuovo corpus di ricerca che esplora i benefici cognitivi di carta e penna.

Per alcuni scrittori professionisti, l’idea che la penna possa favorire la creatività e il pensiero potrebbe non essere una novità. Nonostante il predominio del digitale, alcuni autori hanno continuato a preferire la scrittura manuale come strumento per potenziare la propria produttività. Solo di recente la comunità scientifica ha iniziato a esaminare i presunti vantaggi di questa pratica, e i risultati preliminari sono già piuttosto convincenti.

Prendiamo ad esempio i bambini a scuola. Mentre sempre più istituti educativi si orientano verso soluzioni digitali, molti di essi pongono maggiore enfasi sull’essere tecnologicamente competenti piuttosto che sull’abilità di scrivere a mano. In alcuni casi, i bambini imparano a digitare prima ancora di acquisire competenze di scrittura manuale. Tuttavia, la ricerca sullo sviluppo cognitivo dei bambini in età prescolare ha dimostrato che coloro che imparano l’alfabeto tracciandolo attraverso il movimento, come avviene scrivendo, sviluppano una migliore e più duratura capacità di riconoscimento e comprensione rispetto a chi lo fa digitando.

L’atto di eseguire i movimenti coinvolti nella scrittura a mano è anche ritenuto favorire una maggiore memorizzazione di nuove parole. Negli adulti, l’abitudine di prendere appunti con dispositivi digitali è diventata sempre più diffusa, ma sembra essere meno efficace rispetto alla scrittura manuale. Ad esempio, uno studio condotto nel 2014 ha evidenziato che gli studenti che prendevano appunti digitando durante le lezioni e i seminari ottenevano risultati inferiori alle domande concettuali rispetto a coloro che utilizzavano la scrittura a mano.

Ma perché la scrittura a mano risulta essere più efficace per l’apprendimento? La risposta sembra essere legata alla maggiore complessità dell’atto rispetto alla digitazione. Scrivere richiede più movimento, abilità e coordinazione, oltre a una maggiore attenzione visiva, stimolando così diverse aree del cervello a collaborare per trasformare le forme mentali in tratti visibili sulla pagina.

Per comprendere appieno questo concetto, immagina di spiegare a qualcuno l’atto di scrivere a mano. Da dove inizieresti? Come trasmetteresti tutte le sottili attività coinvolte nel tenere una penna e muovere le dita per formare lettere specifiche? Quanta pressione dovresti applicare sulla penna o sulla pagina, e come dovrebbe variare mentre la penna si muove? E poi c’è il coinvolgimento del sistema visivo. I tuoi occhi devono elaborare le informazioni di ciò che stai scrivendo e trasmetterle al cervello per controllare che il tratto sulla carta corrisponda al modello mentale dello script che stai cercando di produrre.

Se ci sono errori o deviazioni, il cervello deve inviare segnali per correggere il movimento della mano e le forme. È incredibilmente complesso persino pensare a tutto ciò, figuriamoci spiegarlo, eppure il nostro cervello lo fa ogni volta che ci dedichiamo alla scrittura manuale. Al contrario, digitando, la complessità è notevolmente ridotta; basta cercare il tasto desiderato, toccarlo e verificare che la lettera corretta sia apparsa sullo schermo.

Tuttavia, le prove crescenti suggeriscono che un’eccessiva dipendenza dalla digitazione, soprattutto per i bambini, potrebbe essere meno efficace per l’apprendimento. Sebbene la digitazione possa consentirci di registrare informazioni testuali con maggiore velocità, non garantisce necessariamente un’elaborazione significativa di tali informazioni.

Questo non significa che la digitazione sia da considerare inutile; è comunque possibile stabilire connessioni e integrare informazioni, ma è necessario farlo in modo più consapevole. Anche se sembra che la scrittura a mano sia più efficace per ricordare e elaborare informazioni, non è detto che dobbiamo abbandonare completamente i nostri strumenti digitali. Alcune ricerche hanno dimostrato che anche l’uso di uno stilo su uno schermo può essere altrettanto utile, poiché è il movimento della scrittura a essere importante, non il mezzo utilizzato.

Links:

L’articolo L’importanza della scrittura a mano nel mondo digitale sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top