Latte: l’alleato per contrastare sovrappeso e obesità

Negli ultimi anni, a causa di un’informazione incompleta e di alcuni cambiamenti negli stili di vita, sono mutate alcune delle “tradizionali” abitudini alimentari, determinando una riduzione del consumo del latte e dei suoi derivati.

Un esempio per tutti è dato dall’informazione relativa al contenuto di grasso presente nel latte, che nell’opinione di alcuni sarebbe elevato. In realtà, la colazione a base di latte non solo è nutriente e contribuisce a creare un senso di sazietà, ma è anche ricca di nutrienti necessari per il corretto sviluppo dell’organismo. Il più grande mito da sfatare riguarda la forte presenza di grassi nel latte. Vediamo perché.

Quanti grassi contiene il latte?

Il contenuto di grassi nel latte è relativamente basso: 100 grammi di latte vaccino intero contengono 3,6 grammi di grassi, alcuni dei quali hanno un ruolo positivo per il nostro organismo. Parliamo, per esempio, degli acidi grassi a catena corta, isomeri coniugati dell’acido linoleico e anche gli acidi grassi a catena dispari. Ma il latte contiene anche un altro importante elemento fondamentale per il nostro benessere: il calcio, che rende le ossa e i denti più forti e sani, aiuta ad accelerare il metabolismo e permette di contrastare sovrappeso e obesità. Il calcio ha numerosi benefici.

Il ruolo del calcio: accelera il metabolismo e non solo

Come abbiamo detto, il latte è una ricca fonte di calcio, un minerale essenziale che deve essere assunto quotidianamente proprio grazie all’alimentazione ed è cruciale in ogni fase della vita. Infatti, promuove il corretto sviluppo di denti e ossa, oltre a consentire e favorire la contrazione dei muscoli, la coagulazione del sangue, la conduzione degli impulsi nervosi e così via.

Assumere una quantità adeguata di calcio ha ripercussioni positive sulla massa ossea in età evolutiva, perché permette di massimizzare il picco della massa, mentre nell’adulto la preserva e infine, in età avanzata, consente di ridurre al minimo la perdita del volume.

Anche le proteine del latte possono contribuire, stimolando la termogenesi, incrementando il senso di sazietà e preservando o incrementando la massa magra.

Per tali motivi, le raccomandazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e le Linee Guida per una Sana Alimentazione (Crea, 2018) suggeriscono il consumo di latte.

Latte: ecco perché è meglio consumarlo a colazione

Infine, non dimentichiamoci che il latte ci fa sentire più sazi, soprattutto se viene consumato a colazione. Ci offre l’energia adeguata per affrontare positivamente la giornata. I benefici del latte sulla sazietà sono confermati dagli effetti a lungo termine sulla composizione corporea, nell’ambito di diete ipocaloriche associate all’esercizio fisico e sul rischio cardio metabolico.

I benefici del latte per i tuoi figli e come consumarlo nell’ambito di una dieta equilibrata e variata, sono i temi del Programma Latte nelle scuole, la campagna di educazione alimentare rivolta agli alunni delle scuole primarie italiane, finanziata dall’Unione europea e realizzata dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.