Il sapore del plutonio: una curiosità letale

Il sapore del plutonio: una curiosità letale

Ah, le M&M proibite. (U.S. Dipartimento dell’Energia (dominio pubblico).)

Il pubblico è sempre curioso di scoprire il sapore di cose insolite, che si tratti dell’acqua più antica sulla Terra, della lava o dei resti di un antico cadavere trovato in un sarcofago nero. Recentemente, su Internet, è emersa la curiosità riguardo al sapore del plutonio, un metallo radioattivo letale. Tuttavia, la risposta a questa domanda sembra essere piuttosto confusa. Secondo uno screenshot di una ricerca su Google, il plutonio avrebbe note di acido e dolce, superando persino il sapore umami del “morirò presto”. Ma è davvero possibile che il plutonio abbia il sapore di caramella? La risposta sembra essere un no. La risposta di Google sembra aver preso in prestito una recensione di un prodotto di caramelle al gusto di pera chiamato Plutonium Pear Nuclear Energy Powder. Non sorprende che il plutonio venga spesso descritto come avendo un sapore metallico, piuttosto che di pera. Ma come sappiamo tutto ciò? Un chimico americano di nome Donald F. Mastick ha effettivamente assaggiato il plutonio. Mentre lavorava al Progetto Manhattan, un flacone di cloruro di plutonio disciolto in acido esplose e una piccola quantità finì in bocca a Mastick. Egli descrisse il sapore come una miscela di acido e metallico. Ovviamente, non era una situazione ideale. Quando Mastick aprì la bocca, i monitor di radiazioni impazzirono e la sua urina conteneva tracce di plutonio per anni dopo l’incidente. Per affrontare la situazione, gli fu fatto il lavaggio gastrico più volte. Poiché il plutonio è un materiale prezioso, fu recuperato dal contenuto dello stomaco per essere riutilizzato in futuri esperimenti.

Links:

L’articolo Il sapore del plutonio: una curiosità letale sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top