Il problema dei detriti spaziali: una minaccia crescente per l’orbita terrestre

Il problema dei detriti spaziali: una minaccia crescente per l’orbita terrestre
()

Lo spazio nell’orbita terrestre sta diventando sempre più affollato a causa dell’aumento del numero di satelliti. Nel 2018, c’erano poco più di 2.000 satelliti in orbita, ma con l’introduzione di mega costellazioni come Starlink, il numero è aumentato in modo significativo. Attualmente ci sono circa 9.000 satelliti in orbita e si prevede che entro la fine del decennio il numero raggiungerà i 60.000. Questo aumento rappresenta un potenziale problema, poiché gli scienziati da tempo lanciano l’allarme sul problema dei detriti spaziali.

Attualmente, ci sono già circa 100 trilioni di pezzi di satelliti non tracciati che orbitano intorno al pianeta. Questi detriti si muovono a velocità molto elevate e anche un piccolo frammento può causare danni alle cose in orbita. Ad esempio, una finestra della Stazione Spaziale Internazionale è stata danneggiata da un granello di vernice. Gli scienziati hanno quindi chiesto un trattato legalmente vincolante per proteggere lo spazio intorno alla Terra dai detriti spaziali, al fine di evitare danni irreversibili.

L’ispirazione per questo trattato deriva dal trattato dell’Alto Mare, che è stato recentemente approvato per affrontare il problema dell’inquinamento da plastica negli oceani. Tuttavia, finora l’azione collaborativa per affrontare questa sfida è stata limitata e l’attuazione delle misure è stata lenta. Secondo la dott.ssa Imogen Napper, ricercatrice presso l’Università di Plymouth, che è l’autrice principale dello studio, ora ci troviamo in una situazione simile con l’accumulo di detriti spaziali. Possiamo imparare dagli errori commessi nel caso dell’inquinamento degli oceani e lavorare insieme per evitare una tragedia nello spazio.

Gli oceani hanno subito problemi come la pesca eccessiva, la distruzione dell’habitat, l’esplorazione mineraria in profondità e l’inquinamento da plastica. Il trattato dell’Alto Mare è stato adottato solo dopo che il danno era stato fatto, ma la richiesta di mantenere le orbite spaziali pulite è urgente e ispirata da questa esperienza. Il team di ricerca che ha condotto lo studio include scienziati spaziali, leader dell’industria, biologi marini ed esperti oceanici. Questo approccio multidisciplinare è necessario per affrontare le sfide globali e identificare soluzioni efficaci.

Heather Koldewey, consulente tecnico marino senior della Zoological Society di Londra, ha sottolineato l’importanza di riunire scienziati di diverse discipline per affrontare le questioni ambientali. Come biologo marino, ha trovato molti paralleli tra le sfide affrontate negli oceani e quelle nello spazio. È necessario migliorare l’applicazione della scienza nella gestione e nelle politiche per affrontare queste problematiche.

Le soluzioni per i problemi attuali esistono, ma richiedono la volontà politica di impegnare i paesi e le imprese private per mantenere lo spazio un ambiente sicuro. L’inquinamento spaziale sarebbe dannoso per tutti, poiché i satelliti sono fondamentali per molte attività quotidiane, dalla comunicazione alla protezione. È importante abbracciare la custodia dello spazio, come abbiamo imparato a fare con gli oceani, poiché le nostre vite dipendono da esso.

Il dott. Moriba Jah, professore associato di Ingegneria Aerospaziale e Meccanica presso l’Università del Texas ad Austin, ha sottolineato che il problema dei detriti spaziali è evitabile e che è necessario lavorare insieme per affrontarlo. Il suo coinvolgimento nello studio è un esempio di come scienziati di diverse discipline stiano collaborando per affrontare le sfide globali.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science e presto sarà disponibile un podcast approfondito con il dott. Jah per discutere ulteriormente del problema dei detriti spaziali e delle possibili soluzioni.

Links:

L’articolo Il problema dei detriti spaziali: una minaccia crescente per l’orbita terrestre sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top