Il ‘presepe’ più antico del mondo ha 5mila anni e si trova in Egitto

Nel deserto del Sahara in Egitto è stata ritrovata un’arte rupestre di 5.000 anni raffigurante il presepe più antico mai trovato : un neonato tra genitori, due animali e una stella a est.

Ricordando il racconto biblico della nascita di Gesù , il dipinto preistorico precede il racconto biblico di circa 3.000 anni. Un team di ricercatori italiani ha trovato il dipinto all’interno di una cavità, successivamente soprannominata la “Grotta dei Genitori”, nel Sahara egiziano durante spedizioni sul campo tra l’altopiano del Gilf al-Kebir e la valle del Nilo. Nella pittura rupestre sono raffigurati un neonato tra i genitori, una stella a est e due animali. Secondo Seeker.com , è stato scoperto sul soffitto di una piccola cavità nel deserto del Sahara egiziano. I ricercatori ritengono che risalga al Neolitico o all’età della pietra. La scoperta è stata effettuata durante una spedizione tra l’altopiano di Gilf Kebir e la valle del Nilo
“È una scena molto suggestiva che ricorda davvero il presepe di Natale. Ma lo precede di circa 3.000 anni”, ha detto a Seeker il geologo Marco Morelli, direttore del Museo di Scienze Planetarie di Prato, in Italia. Il sito riporta che Morelli e il suo team hanno scoperto l’arte rupestre nel 2005, ma solo nel 2016 hanno rivelato i loro ritrovamenti con il titolo “Grotta dei Genitori”. Anche se non ci sono molte più informazioni sulla rappresentazione, e il rapporto originale su Seeker è ancora illusorio, il ritrovamento riportato è certamente intrigante. La pittura rupestre, realizzata in ocra bruno-rossastra, ha diverse caratteristiche degne di nota: un leone senza testa -Uno dei titoli di Gesù è il Leone di Giuda- anche i leoni senza testa erano mitici nel Neolitico o nella Nuova Età della Pietra in quella parte del mondo , un babbuino o una scimmia, una stella situata a est e un bambino leggermente sollevato verso il cielo, una posizione che avrebbe potuto significare nascita o gravidanza, ha riferito Seeker. Morelli e il suo team hanno scoperto il dipinto nel 2005, ma hanno rivelato la loro scoperta al pubblico solo nel 2016, senza fornire una ragione per il ritardo. “La scoperta ha diverse implicazioni in quanto solleva nuove domande sull’iconografia di uno dei simboli cristiani più potenti”, ha aggiunto il geologo. “Non abbiamo trovato scene simili fino alla prima età cristiana. Il presepe di Natale si basa principalmente sul racconto della nascita di Gesù trovato nel Vangelo di Matteo, in cui si afferma che tre uomini saggi seguirono una stella appena sorta che li condusse a Betlemme, luogo di nascita di Gesù.

Il ‘presepe’ più antico del mondo ha 5mila anni e si trova in Egitto

Il secondo capitolo del Vangelo di Luca fornisce dettagli riguardanti la nascita di Gesù e come suo padre e sua madre furono allontanati dalle locande di Betlemme perché le locande erano piene e dovettero rifugiarsi in una stalla o in una grotta, dove la Bibbia dice che Maria diede alla luce Gesù. «Anche Giuseppe salì dalla Galilea, dalla città di Nazaret, alla Giudea, alla città di Davide chiamata Betlemme, perché era della casa e della famiglia di Davide, per farsi registrare insieme a Maria, sua fidanzata, che era con bambino. E mentre erano lì, arrivò per lei il momento del parto.

Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo». (Luca 2:4-7) Anche se il mese e il giorno precisi della nascita di Gesù sono sconosciuti, nel IV secolo la Chiesa cristiana occidentale aveva fissato il Natale al 25 dicembre. Mentre le chiese cristiane orientali celebrano il Natale il 25 dicembre del calendario giuliano, che corrisponde al 7 gennaio del calendario giuliano. Calendario gregoriano, la maggior parte dei cristiani celebra la nascita di Cristo il 25 dicembre del calendario gregoriano. Gli studiosi di religioni comparate hanno sostenuto che la data scelta corrisponde a feste religiose non abramitiche che avvenivano al solstizio d’inverno, come la nascita dell’antico dio egiziano Horus.

L’articolo Il ‘presepe’ più antico del mondo ha 5mila anni e si trova in Egitto sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top