Il pipistrello alato giallo: una specie vibrante e ingannevole

Il pipistrello alato giallo: una specie vibrante e ingannevole
Solo i vampiri più spaventosi (falsi) arrivano in giallo ranuncolo. (blythenilson via iNaturalist, CC BY-NC 4.0, ritagliato)

Una specie vibrante, il pipistrello alato giallo, si trova svolazzante attraverso i paesi dell’Africa in un brillante colore giallo. Non è l’unica cosa falsa riguardo a loro, sono una delle cinque specie di pipistrelli vampiri falsi del continente.

I pipistrelli alati gialli (Lavia frons) hanno una dimensione di circa 58-80 millimetri (2,3-3,1 pollici), con le femmine di solito leggermente più grandi dei maschi. Le femmine hanno il compito laborioso di volare con i loro piccoli aggrappati, quindi la loro dimensione più grande è utile in questa situazione. Un recente preprint, che non è ancora stato sottoposto a revisione paritaria, ha rivelato come il trasporto dei giovani possa influenzare la capacità di volo di un pipistrello femmina.

Gli autori del preprint hanno scritto: “I nostri risultati suggeriscono che la gravidanza ha un effetto significativo sul volo dei pipistrelli femmina, con un impatto particolarmente forte nel raggiungere il movimento verso l’alto dopo l’emersione. Tuttavia, il tasso di battito alare più elevato al secondo registrato dai pipistrelli che volano durante il periodo di gravidanza implica che i pipistrelli si adattano a tali cambiamenti nella massa corporea modificando i loro comportamenti di volo per sostenere il movimento verso l’alto durante la gravidanza”.

La femmina del pipistrello alato giallo ha un insieme di strumenti ingannevoli per rendere il trasporto dei cuccioli un po’ più facile. Vicino al suo ano si trovano un paio di falsi capezzoli che il cucciolo usa per aggrapparsi. Questo significa che la femmina può continuare a cercare cibo e nutrirsi mentre porta il suo cucciolo per diverse settimane dopo il parto.

Un’osservazione del 1987 sul comportamento genitoriale del pipistrello alato giallo ha descritto: “L’attaccamento madre-figlio era sicuro: il giovane Lavia teneva in bocca un capezzolo inguinale ‘falso’ (non funzionale), avvolgeva le sue zampe intorno al collo della madre e si aggrappava alla parte posteriore del suo collo con i suoi piedi. Il giovane periodicamente rilasciava la presa su un falso capezzolo e succhiava da un capezzolo pettorale. Occasionalmente il giovane rilasciava la presa con la bocca, scendeva improvvisamente e si appendeva, aggrappandosi al collo della madre con i suoi piedi. Da questa posizione il giovane poteva allungarsi, pulirsi o sbattere le ali”.

I cuccioli si aggrappano alle loro mamme volanti con l’aiuto di falsi capezzoli.
abubakaringim via iNaturalist, CC BY-NC 4.0

I bambini umani non aggrapparsi a falsi capezzoli sul sedere dei loro genitori, ma abbiamo il nostro tipo di falso capezzolo. Conosciuti come capezzoli supernumerari, interessano circa il 6 percento della popolazione e sono presenti fin dalla nascita, ma spesso vengono scambiati per nei.

Il pipistrello alato giallo è una delle cinque false specie di vampiri presenti in Africa. Appartenenti alla famiglia dei Megadermatidi, i falsi vampiri prendono il loro nome per la loro somiglianza superficiale ai veri pipistrelli vampiri, ma hanno una dieta molto più ampia che comprende insetti, piccoli vertebrati e frutta, anziché solo sangue.

Il pipistrello alato giallo sembra più un Pokémon che un animale, quindi sembra adatto che abbia un paio di mosse speciali nella manica. O nell’ano, per così dire.

L’articolo Il pipistrello alato giallo: una specie vibrante e ingannevole sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top