Il pianeta di diamante 55 Cancri e ha ”riacquisito” l’atmosfera

Una strana scoperta è stata effettuato riguardo all’esopianeta 55 Cancri e che ha dimostrato di avere un’atmosfera, il che è curioso, dato che, secondo gli studi, la sua stella avrebbe dovuto distruggere quella che esisteva intorno al pianeta. Pertanto, questo mondo trovato a circa 41 anni luce dal Sistema Solare ha creato una seconda atmosfera. La scoperta è stata fatta da ricercatori guidati da Renyu Hu del Jet Propulsion Laboratory della NASA. Mentre è due volte più grande della Terra, 55 Cancri ed è circa nove volte più massiccio del nostro pianeta perciò è considerata una super-Terra, categoria che comprende mondi più massicci della Terra, ma più leggeri di pianeti come Urano e Nettuno. Inoltre, 55 Cancri e è così denso che gli astronomi sospettano che sia fatto di carbonio sufficientemente compresso da trasformarsi in diamante. Poiché si trova a soli 2,3 milioni di chilometri dalla stella 55 Cancri A, che è simile al Sole, l’esopianeta impiega circa 17 ore terrestri per orbitare attorno ad esso. Non sorprende affermare che la radiazione della stella ha distrutto la sua atmosfera primaria. È qui che entrano in gioco i risultati ottenuti da Hu e colleghi: hanno scoperto che 55 Cancri e è circondato da uno spesso strato di gas, come se avesse creato una seconda atmosfera. “Questa atmosfera è probabilmente sostenuta dal rilascio di gas dall’interno roccioso di 55 Cancri, e crediamo che questa sia la prima misurazione di un’atmosfera secondaria su un esopianeta roccioso. È molto emozionante”, ha detto l’autore.

Ci sono due possibili spiegazioni per l’atmosfera attorno al pianeta. Uno di questi suggerisce che 55 Cancri e sia un mondo lavico ricoperto da un’atmosfera di silicati, fatta di sostanze volatili e composti come carbonio e azoto. È anche possibile che l’atmosfera secondaria si sia formata nel tempo attraverso l’attività vulcanica. Per scoprire quale scenario è corretto, gli autori hanno analizzato i dati delle osservazioni condotte dal James Webb Telescope escludendo che si tratti di un mondo di pura lava, privo di sostanziale atmosfera. “55 Cancri e è vicino alla stella ospite e riceve una quantità gigantesca di calore sotto forma di radiazione. Tutto ciò calore mantiene la temperatura del pianeta molto alta”, ha detto Hu. “A queste temperature, tutto sul pianeta è fuso. Se è roccia, si trova sotto forma di lava fusa, il che aiuta il processo di rilascio di gas che sostengono un’atmosfera secondaria a causa della superficie fusa”, ha spiegato. La composizione dell’atmosfera non è ancora chiara, ma i modelli suggeriscono che si tratti principalmente di anidride carbonica e monossido di carbonio. Per i prossimi passi, gli autori intendono indagare ulteriormente la composizione atmosferica e i suoi modelli di circolazione.

L’articolo Il pianeta di diamante 55 Cancri e ha ”riacquisito” l’atmosfera sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top