Il Nilo si tinge di rosso sangue: le immagini virali

All’origine del fenomeno una fioritura algale.

Nelle ultime ore hanno fatto il giro del mondo le immagini del fiume Nilo di colore rosso. Le foto sono state scattate in aree diverse e sono davvero suggestive. Il pensiero di tanti è andato inevitabilmente alle piaghe della Bibbia. In particolare è a prima piaga d’Egitto nel libro dell’Esodo o Secondo Libro di Mosè racconta che Dio inviò Mosè e il fratello Aronne dal faraone d’Egitto per chiedergli di liberare gli ebrei dalla schiavitù incontrando l’opposizione del sovrano. A causa del rifiuto del faraone, Dio scatenò le dieci piaghe sugli Egizi, tra cui la trasformazione dell’acqua del fiume in sangue. Secondo il racconto biblico l’acqua divenne imbevibile condannando il popolo a patire di fame e sete. Ma, tornando ad oggi, cosa è accaduto davvero al Nilo?

Il primo elemento da tenere in considerazione è che la colorazione rossa del grande fiume non è affatto una novità. Era già avvenuto diverse volte perché si tratta di una conseguenza della fioritura algale (bloom) di microscopiche alghe che producono pigmenti di colore rossa. Il fenomeno avviene in molti corsi d’acqua e nelle foci molto inquinate dai fertilizzanti azotati e da altri composti chimici; sostanze che inducono l’esplosione delle alghe. Appena morta, l’enorme biomassa in decomposizione dà vita a vere e proprie aree morte, nelle quali i livelli di ossigeno sono molto bassi – a causa dei processi di putrefazione – con la morte di tutti gli organismi. Non è certo cosa ci sia all’origine del fenomeno sul Nilo, ma sicuro le profezie bibliche non c’entrano.

L’articolo Il Nilo si tinge di rosso sangue: le immagini virali sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top