Il fumo può rimpicciolire il cervello e aumentare il declino cognitivo

Il fumo è in grado di diminuire le dimensioni del cervello. A sostenerlo è uno studio condotto dalla Washington University School of Medicine di St. Louis e pubblicato sulla rivista scientifica Biological Psychiatry: Global Open Science. Secondo il rapporto, smettere di fumare in qualsiasi momento impedisce all’organo di ridursi ulteriormente, ma non gli consente di riacquistare la sua massa originale. Secondo i ricercatori, studiare la connessione tra il restringimento del cervello e il fumo richiede uno sguardo attento ai fattori comportamentali e genetici. Questo perché la diminuzione del volume cerebrale e il desiderio di fumare possono essere influenzati dai geni di una persona. La teoria degli esperti è che circa il 50% della preferenza per il fumo è dovuta alla genetica. Lo studio ha analizzato i dati rilasciati nel 2019 dalla UK Biobank, che comprendeva 32.094 partecipanti, insieme ai dati di imaging cerebrale. Nel caso dei fumatori, i ricercatori hanno calcolato il numero di anni in cui avevano fumato e hanno confrontato le loro scansioni TC con quelle di persone che non avevano mai fumato o avevano fumato meno di 100 sigarette.

Il fumo può rimpicciolire il cervello e aumentare il declino cognitivo

Hamid tagico/Pexels

I ricercatori sottolineano che l’atrofia cerebrale comporta la perdita dei neuroni e delle connessioni tra loro, ed è proprio questa perdita che può danneggiare la capacità del cervello di funzionare correttamente, favorendo il declino cognitivo. Il gruppo ha osservato che in condizioni come l’Alzheimer, alcune aree critiche si restringono, con conseguente perdita di funzionalità. È il caso dell’ippocampo, fondamentale per la formazione della memoria, che spesso si atrofizza durante la malattia. Nel maggio di quest’anno, un altro studio pubblicato sulla piattaforma medRxiv ha rivelato anche che fumare ogni giorno può rimpicciolire il cervello. Ma a differenza di quest’ultimo articolo, questo affermava che smettere di fumare può aumentare il volume della materia grigia. Nel 2022, uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Alzheimer’s Disease ha sottolineato che l’abitudine di fumare può causare perdita di memoria. Pertanto, l’affermazione dei ricercatori è che smettere di fumare aiuta a preservare la salute neurologica.

Fonti:

https://www.bpsgos.org/article/S2667-1743(23)00136-2/fulltext

https://content.iospress.com/articles/journal-of-alzheimers-disease/jad220501

L’articolo Il fumo può rimpicciolire il cervello e aumentare il declino cognitivo sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top