I pesci rossi domestici abbandonati minacciano i Grandi Laghi

I pesci rossi domestici abbandonati minacciano i Grandi Laghi

Sebbene i pesci rossi in Canada non siano così grandi come questo gigante catturato in Francia, stanno causando enormi danni. (KoiQuestion via Flickr (CC BY-SA 2.0))

Uno studio recente ha rivelato che i pesci rossi domestici abbandonati stanno causando problemi nei Grandi Laghi del Canada e in Francia. Questi pesci, rilasciati in natura da proprietari negligenti, possono crescere molto più grandi di quelli che si trovano negli acquari domestici. Consumando tutto ciò che trovano sul loro cammino e offuscando l’acqua con le loro feci, stanno danneggiando le specie native presenti nella zona. I pesci rossi possono mangiare qualsiasi cosa e diventano troppo grandi per essere predati da altre specie di pesci nel lago. Per comprendere meglio il loro comportamento, i ricercatori hanno tracciato gli spostamenti di alcuni pesci rossi nel porto di Hamilton, nel lago Ontario. Questo studio ha permesso di identificare 19 potenziali luoghi di riproduzione dei pesci rossi. In base ai risultati ottenuti, il team ha suggerito diverse strategie di gestione, come l’utilizzo di trappole per catturare i pesci più piccoli e l’approccio del “pesce Giuda”. Queste misure potrebbero ridurre efficacemente la popolazione di pesci rossi nei Grandi Laghi, preservando allo stesso tempo le specie native. L’articolo completo è stato pubblicato nel Journal of Great Lakes Research.

Links:

L’articolo I pesci rossi domestici abbandonati minacciano i Grandi Laghi sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top