COVID: in USA più morti rispetto alla Seconda Guerra Mondiale

I dati della Johns Hopkins University.

La pandemia covid-19 ha già causato, negli USA, più morti rispetto alle perdite che il paese ha registrato durante i quattro anni di partecipazione alla Seconda Guerra Mondiale. Dall’inizio della pandemia sono 292.179 i decessi registrati a causa del nuovo coronavirus nel paese nordamericano, secondo i dati della Johns Hopkins University. Secondo le stime del Dipartimento degli Affari dei Veterani degli Stati Uniti, invece, furono 291.557 i soldati caduti durante la Seconda Guerra Mondiale, a cui il paese partecipò nel dicembre del 1941 mentre altri 113.842 persero la vita lontano dai combattimenti.

CODIV: in USA più morti rispetto alla Seconda Guerra Mondiale

Nancy Pelosi, portavoce della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, ha commentato, ieri, durante una conferenza stampa il numero di morti nel paese criticando aspramente il presidente Donald Trump per la gestione della pandemia: “Non abbiamo un presidente unificante degli Stati Uniti. In effetti, abbiamo un presidente che nega, ritarda e distorce la realtà della pandemia“. Con oltre 15 milioni di infezioni gli USA sono il primo paese al mondo per numero di casi.

L’articolo COVID: in USA più morti rispetto alla Seconda Guerra Mondiale sembra essere il primo su Scienze Notizie.