Coronavirus: la NASA inventa il ciondolo “anti covid”

Il ciondolo impedisce di portarsi le mani al volto, alla bocca e al naso.

Un dispositivo ”anti Covid” davvero speciale quello sviluppato dagli ingegneri della NASA. Si tratta di un ciondolo in grado di controllare i nostri gesti ed impedire a chi lo indossa di mettere le mani sul volto; uno dei gesti più rischiosi per la diffusione del covid-19. Per molti è un’abitudine portarsi inconsciamente le mani alla bocca, al naso o agli occhi, parti del corpo che rappresentano la porte di accesso ideali per l’ingresso del nuovo coronavirus nel corpo. Il dispositivo, chiamato PULSE, è un ciondolo che vibra ogni volta che rileva la presenza di una mano vicino al viso, rendendoci consapevoli dell’errore che stiamo commettendo.

Coronavirus: la NASA inventa il ciondolo “anti covid”

Secondo il progetto dei ricercatori del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA, la collana ha un controllo touch, un motore a vibrazione e un sensore a infrarossi ed è alimentato da una batteria a bottone da 3 volt. Uno dei vantaggi del dispositivo è rappresentato dalle dimensioni davvero ridotte che fanno in modo che la persona dimentichi facilmente di indossarlo senza interferire con la mascherina o un respiratore. Il ciondolo può essere realizzato con una stampante 3D. Le istruzioni per realizzarlo sono state pubblicate dal laboratorio e sono di dominio pubblico, e consentono a qualsiasi azienda di produrre e commercializzare la collana senza pagare per il brevetto.

L’articolo Coronavirus: la NASA inventa il ciondolo “anti covid” sembra essere il primo su Scienze Notizie.