Colombia: scoperti lingotti e monete d’oro in galeone del Seicento

Due navi affondate poco lontano dal Galeone San José e un vero e proprio tesoro nell’imbarcazione spagnola risalente al 1696, appartenuta a Filippo V di Spagna e affondata nel Mar dei Caraibi sono stati mostrati da una spedizione di archeologi colombiani. A rivelarlo è stata il Presidente Iván Duque, che ha sottolineato come queste ricerche abbiano anche consentito di verificare che le navi sono ricche di gioielli, oro e preziosi reperti archeologici. “Abbiamo scoperto altri due vasi: uno del periodo coloniale e un altro che, secondo le prime verifiche, risale al periodo repubblicano della nostra storia“, ha annunciato il presidente il 6 giugno scorso. Le autorità ha aggiunto come questi risultati grazie all’acquisto di nuovi mezzi all’avanguardia, in grado di toccare una profondità di oltre 900 metri. Inoltre, permettono di catturare foto di alta qualità e di monitorare l’area in cui si trovano le navi affondate. Gli esperti hanno ottenuto anche le prime foto del galeone di San José e dei tesori che custodisce. L’ammiraglio José Joaquín Amézquita, direttore generale marittimo della Marina, ha spiegato che le immagini mostrano cannoni, monete d’oro, ottavi reali, anfore, lingotti d’oro e stoviglie cinesi in ottime condizioni. “Con le iscrizioni portate alla luce, siamo stati in grado di determinare le aree di fabbricazione dei cannoni della nave, a Siviglia e a Cadice, nel 1655. Si possono notare vari oggetti d’oro e monete dell’epoca“, ha dichiarato l’ammiraglio. Ora, un’équipe di archeologi sta operando allo scopo di identificare le iscrizioni realizzate sulla terracotta cinese per determinarne l’origine.

Partita dalle coste della Colombia, la nave affondò al largo delle Isole del Rosario, l’arcipelago al largo di Cartagena (Bolivar), dopo essersi imbattuta in un uragano. La spedizione ha rivelato, inoltre, anche nuovi relitti che saranno analizzati in futuro. “Nelle campagne realizzate con sensori di superficie, abbiamo scoperto siti sul fondale marino nella zona in cui si trova il San José. Siti che ci mostrano una configurazione simile a quella dei due relitti che abbiamo individuato. Continueremo ad operare in futuro per poter analizzare i 13 relitti”, ha rivelato Amézquita. Per ora, la rimozione dal fondo del mare e la sorte del tesoro dipendono dall’esito di una diatriba con la Spagna per stabilire dove verrà trasportato: se in Europa o nel paese americano. Secondo una valutazione del 2021 il relitto del San José ha un valore di circa 14,43 miliardi di dollari.

L’articolo Colombia: scoperti lingotti e monete d’oro in galeone del Seicento sembra essere il primo su Scienze Notizie.