CBD e melatonina: un binomio vincente contro l’insonnia

L’insonnia è un disturbo decisamente diffuso: in moltissimi si trovano a dover gestire questa problematica, che con il passare del tempo può diventare davvero debilitante. La qualità del sonno infatti si ripercuote inevitabilmente sulla propria quotidianità e quando non si riesce a dormire bene possono essere numerosi i disturbi da affrontare. Dal mal di testa all’irritabilità, dalla spossatezza alle difficoltà di concentrazione, le conseguenze di una scarsa qualità del sonno non si possono certo sottovalutare.

Fortunatamente però, esistono rimedi naturali che possono aiutare moltissimo coloro che soffrono di insonnia. Studi recenti hanno dimostrato che alcune gocce di CBD aiutano a ritrovare il sonno perduto, soprattutto se abbinate ad altre sostanze come la melatonina.

CBD: un rimedio utile per combattere l’insonnia

Del CBD in questi ultimi anni si è parlato spesso e sono stati numerosi anche gli studi condotti su questo composto, che come sappiamo è uno dei principali derivati della cannabis. Il cannabidiolo, da non confondere con il THC che è responsabile degli effetti psicotropi della droga, è ricco di proprietà benefiche tra cui quelle sedative e rilassanti. Aiuta, in sostanza, a prendere sonno più velocemente ma non solo. Il CBD agisce regolarizzando il ritmo circadiano e dunque l’equilibrio sonno-veglia, quindi non si limita a contrastare l’insonnia ma migliore anche la qualità del sonno in generale. Si rivela in sostanza un ottimo rimedio per coloro che faticano ad addormentarsi ma anche per chi tende a svegliarsi di frequente durante la notte.

Sull’efficacia del CBD nel contrastare l’insonnia non ci sono ormai dubbi. Alcuni studi recenti hanno però messo in luce quanto la melatonina possa potenziarne gli effetti, rendendolo ancora più utile per coloro che necessitano di un rimedio per rilassarsi e ritrovare il sonno perduto.

CBD + melatonina: un binomio vincente

La melatonina è ormai nota a coloro che soffrono di insonnia: questo ormone viene prodotto naturalmente dall’organismo, ma spesso in quantità limitate, che non risultano sufficienti per trarne il massimo del beneficio. Per tale ragione, viene spesso consigliata l’assunzione di melatonina sotto forma di integratore. Coloro che soffrono di insonnia con ogni probabilità hanno provato anche questo rimedio, che però non si rivela sempre efficacie.

Gli studi recenti hanno dimostrato che CBD + melatonina si rivela un binomio vincente: la combinazione di queste due sostanze infatti permette di ottenere il massimo dei benefici da entrambe. Non a caso, oggi in commercio è possibile trovare gocce per dormire che contengono sia canapa che melatonina e consentono da un lato di regolare il ritmo sonno-veglia, dall’altro di addormentarsi più velocemente. Vale la pena provare tale rimedio, perché tra tutti è quello che si rivela più efficace per coloro che soffrono di insonnia e non riescono a risolvere il problema se non ricorrendo a farmaci ben più pesanti, pericolosi e ricchi di effetti collaterali.

Prima di assumere medicinali che creano dipendenza e che alla lunga possono rivelarsi davvero rischiosi dunque, vale la pena provare le gocce che combinano canapa e melatonina: i benefici sono davvero numerosi e si tratta di un rimedio che di certo non fa male alla salute.

L’articolo CBD e melatonina: un binomio vincente contro l’insonnia sembra essere il primo su Scienze Notizie.