Alberi fossilizzati rivelano una sorprendente scoperta nel New Brunswick, Canada

Alberi fossilizzati rivelano una sorprendente scoperta nel New Brunswick, Canada
Modello di Sanfordiacaulis con struttura di ramificazione semplificata. (Tim Stonesifer)

Mentre le piante fossilizzate compaiono abbastanza spesso nel registro fossile, di solito sono conservate come tronco o come foglia isolata, dando poca idea di come potesse apparire l’intero albero. Tuttavia, alberi fossilizzati di recente scoperti nel New Brunswick, Canada, hanno abbastanza elementi nel registro per rivelare un aspetto molto sorprendente mai visto prima.

“Il modo in cui questo albero produceva foglie enormemente lunghe attorno al suo esile tronco, e il loro grande numero su una breve lunghezza di tronco, è sorprendente”, ha detto Robert Gastaldo del Colby College di Waterville, Maine in una dichiarazione.

Le felci e le palme sono presenti nel registro fossile – e sebbene questa nuova pianta assomigli a una palma, Sanfordiacaulisis è considerata vecchia di 350 milioni di anni, precedendo di 300 milioni di anni l’esistenza delle palme note nel registro fossile. Le foglie delle palme di solito si raggruppano in piccoli numeri in cima, ma si ritiene che il nuovo albero fossile avesse oltre 250 grandi foglie non solo in cima alla pianta, ma che crescevano anche attorno al tronco.

“Sanfordiacaulis conserva più di 250 foglie attorno al suo tronco, con ogni foglia parzialmente conservata che si estende per 1,75 metri da esso”, ha detto Gastaldo.

L’albero aveva un tronco di circa 16 centimetri di diametro, con foglie che iniziavano a crescere attorno al tronco in un modello di ramificazione a spirale con una crescita molto densa, risultando in una corona voluminosa in cima all’albero.

Ricercatore Olivia King con il fossile appena scoperto.
Matt Stimson

“Stimiamo che ogni foglia crescesse almeno di un altro metro prima di terminare. Ciò significa che la ‘spazzola per bottiglie’ aveva una densa chioma di foglie che si estendeva per almeno 5,5 metri (o 18 piedi) attorno a un tronco che non era legnoso e aveva solo 16 centimetri (o 0,5 piedi) di diametro. Sorprendente, per dir poco”, ha detto Gastaldo.

Il team ritiene che i fossili siano stati conservati a causa di un terremoto che ha causato la sepoltura di questi alberi lungo il margine di un lago di faglia. Un esemplare è stato scoperto sette anni fa e ora sono stati scoperti anche altri quattro esemplari completi della stessa pianta nelle vicinanze. Uno degli esemplari mostra come le foglie si staccavano dalla punta dell’albero.

“Qualsiasi albero fossile con una corona intatta è una rarità nella storia della vita”, ha detto Gastaldo. “Il fatto che le foglie della corona siano attaccate a un tronco, di per sé, solleva le domande su che tipo di pianta sia, come è organizzata quella pianta e se è una forma che continua fino ad oggi, o se è al di fuori del concetto ‘normale’ di un albero? Tutte queste domande, e altre ancora, hanno portato a questo sforzo pluriennale”.

Il motivo per cui l’albero potrebbe avere avuto un’organizzazione delle foglie così insolita è ancora oggetto di dibattito. I ricercatori pensano che le foglie fossero così lunghe per catturare il maggior quantitativo di luce possibile, in modo che la pianta potesse competere con altre piante più piccole nello stesso habitat. Il team ritiene che questo sia uno dei primi segni di alberi che crescono a diversi livelli, noto come stratificazione del sottobosco.

“La storia della vita sulla terra è costituita da piante e animali diversi da quelli che vivono attualmente”, ha detto Gastaldo. “I meccanismi evolutivi che operano nel passato remoto hanno portato a organismi che hanno vissuto con successo per lunghi periodi di tempo, ma le loro forme, strutture di crescita e storie di vita hanno seguito traiettorie e strategie diverse. Fossili rari e insoliti, come l’albero del New Brunswick, sono solo un esempio di ciò che ha colonizzato il nostro pianeta ma è stato un esperimento fallimentare”.

Questo spettacolare e insolito fossile rivela che la vegetazione del Carbonifero inferiore era molto più complessa di quanto si pensasse in precedenza. Se non ti basta vedere piante fare qualcosa di un po’ inaspettato, dai un’occhiata a queste felci zombie.

L’articolo è pubblicato sulla rivista Current Biology.

L’articolo Alberi fossilizzati rivelano una sorprendente scoperta nel New Brunswick, Canada sembra essere il primo su Scienze Notizie.

/ 5
Grazie per aver votato!

Scroll to Top